Lettere Al Futuro

4 gennaio 2008

CHE SARA’

Filed under: Lettere — primlug @ 18:09

CHE SARA’Quando ho scelto, perché fu una scelta libera e consapevole, di diventare padre, sapevo le difficoltà che avrei incontrato.  Fu un atto di amore e non di egoismo. La riprova, qualora ce ne fosse bisogno, furono le emozioni che provai quando veniste al mondo. E’ come vivere più di una vita, condividere, oltre alle proprie sensazioni ed emozioni, anche le vostre. Sentire provare capire. A volte il legame è talmente indissolubile che esula la realtà conosciuta. Come quella volta che febbricitante sentii tre “pizzicotti” sopra l’occhio e poco dopo entrasti tu, insieme alla mamma, e mi dicesti “mi hanno dato tre punti proprio sopra l’occhio”. E’ qualcosa che ci legherà per sempre, anche quando te ne andrai da solo per la tua strada e ti vedrò andare via. Allora non mi chiederò se sono stato un buon padre, convinto di averti dato tutto ciò che potevo: il mio affetto. Non me lo chiederò anche perché so che di errori ne avrò commessi, delle punizioni non dovute, dei rimproveri non meritati, ma anche dei consigli non dati e dei complimenti non fatti. Ripeterei tutto. Non per accanimento, ma per amore. Avrai visto il mondo  attraverso i miei occhi, i miei principi che, spero, saranno allora anche i tuoi. Mi auguro avrai imparato ad assaporare i profumi, le essenze, le vittorie, ma anche gli odori e le sconfitte. Avrai imparato che nelle cadute l’importante, sempre, è sapersi rialzare. Il rispetto di tutto e di tutti. Vale anche per te signorina, che a differenza di tuo fratello mi hai insegnato quale e quanto misterioso sia il mondo femminile. Tu dovrai essere più comprensiva di tuo fratello se sarò stato più severo, ma credo, capirai che una ragazzina è socialmente più indifesa.  Adesso non pensiamo a ciò che sarà, camminiamo insieme lentamente, fermandoci a guardare il panorama, con calma, perché la vita non sia un attimo passato troppo in fretta. Un ultima cosa, vogliatevi bene, l’uno con l’altro e vogliate bene a voi stessi  non scappate mai di fronte alle responsabilità e ai problemi.     

Annunci

5 commenti »

  1. Che coraggioso inizio caro Prim…. non credevo che un papà si esponesse così fin dal primo giorno….
    I tuoi sono bambini fortunati
    Rossaura

    Commento di rossaurashani — 4 gennaio 2008 @ 18:22 | Rispondi

  2. Credo che i padri abbiano remore a esporsi ma, quando lo fanno, sanno dimostrare quanto profondo è il loro amore per i figli e il loro impegno nell’essere genitori!!!
    Sono onorata della fiducia che spesso riponi in me perchè è totalmente ricambiata…
    Sei un ottimo padre!
    Con affetto, Lisa

    Commento di lisa72 — 4 gennaio 2008 @ 18:26 | Rispondi

  3. Rossaura dove è il coraggio?
    e a tutte e due grazie ma lasciate dire ai miei figli se sono poi così fortunati
    lo sono quanto i vostri perchè gli vogliamo bene

    Commento di primlug — 4 gennaio 2008 @ 18:32 | Rispondi

  4. sei un buon padre perchè oltre all’amore generoso ti metti in discussione, non tutti ne sono capaci di farlo.

    Commento di marisauno — 4 gennaio 2008 @ 18:38 | Rispondi

  5. molto belle le tue parole, e molto profonde quando ci spiegano come dare una vita è come moltiplicare la propria… nelle gioie e nelle sofferenze.

    Commento di riccardo gavioso — 5 gennaio 2008 @ 12:44 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: