Lettere Al Futuro

8 gennaio 2008

Era il 2004

Filed under: Lettere — cuoremagico @ 07:01
Tags:

Era il 2004. Facevo ancora i conti con la mia infanzia e la mia adolescenza tormentate e scrivevo poesie… insomma, “poesie” è una parola grossa: componevo sciocchezze in versi. All’inizio dell’anno, tra gennaio e febbraio, scrissi una filastrocca che di lì a pochi mesi si rivelò profetica.

Seconda ballata del saggio pagliaccio

Era primo mattino,

il sole appena sorto,

nessuno in cammino

sulla strada del porto.

Sul mare verde e blu,

nell’aria rosa e bianca,

non vedevo ormai più

l’ultima stella stanca.

«Questa è ora di magia,

come all’imbrunire

quando il giorno va via:

c’è tanto da scoprire!».

Mi voltai per cercare

chi avesse parlato:

una voce dal mare?

Forse avevo sognato.

«Non guardare lontano

fino all’orizzonte.

Chi ti parla è vicino,

segue le tue impronte».

«Il mio amico pagliaccio!

L’amato cantastorie!»

esclamai nell’abbraccio

«Porti sempre baldorie?».

Trascorsero le ore,

cantando in allegria,

bimbi d’ogni colore

s’unirono per via.

Ballammo e ridemmo

fino a perdere il fiato;

allora ci accorgemmo:

il tempo s’è fermato!

«Spècchiati nelle acque,

mia piccola amica»

mi disse; e poi tacque

la saggia voce amica.

«Non capisco perché»

e mi misi a sedere

«Non so che cosa c’è

di nuovo da vedere».

Ma curiosa mi sporsi

sull’acqua trasparente

e allora mi accorsi,

ed era sconvolgente.

Non era più la mia

l’immagine riflessa,

vedevo una bambina,

non ero più la stessa.

Mi rivolsi di scatto

all’amico pagliaccio:

rideva come un matto

vedendomi in impaccio.

Non c’era più nessuno

dei bimbi accanto al mare;

il clown serio ed arguto

mi spinse a confessare:

«Come sempre hai capito

quello che ho nel cuore:

quel dolore sopito

che segue le mie ore».

Taceva il pagliaccio,

con lo sguardo profondo;

di nuovo sciolse il ghiaccio

che avevo nel profondo.

Piansi come una bimba

stringendomi al suo petto,

piansi tutta la rabbia,

l’inganno e il dispetto.

«Ti ho concesso il tempo

per piangere l’infanzia

che fu tradita un tempo.

Ma ora guarda avanti!

Il corso è ripreso

e non si ferma più:

il tempo che fu speso

non ritorna mai più.

Si sta alzando la luna,

con le stelle intorno,

se vuole la fortuna

sarai madre un bel giorno.

E se non permetterai

che il male ti corroda,

per i tuoi figli sarai

la voce che consola,

colei che sa guidare,

l’amica che consiglia,

colei che più sa amare

la vita che l’è figlia!». 

In ottobre arrivasti tu, mio splendido bambino!

Annunci

6 commenti »

  1. Cara Cuore Magico, sicuramente il tuo piccolo non rimpiangerà mai la sua infanzia tradita, avrai la tenerezza e la partecipazione che consentirà a tuo figlio tutto il conforto che serve per vivere.
    A lui non servirà un pagliaccio saggio, basterà la sua mamma dal cuore magico.
    Rossaura

    Commento di rossaura — 8 gennaio 2008 @ 11:16 | Rispondi

  2. Grazie, rossaura. Faccio del mio meglio e ora che sono sola è più difficile che mai. Ma il mio adorato bambino merita davvero il massimo che sono in grado di dargli.

    Commento di cuoremagico — 8 gennaio 2008 @ 13:24 | Rispondi

  3. E’ difficile ci credo, coraggio, entrambi meritate il massimo.

    E per
    “colei che più sa amare
    la vita che l’è figlia!”
    un Grazie

    Commento di factum2 — 8 gennaio 2008 @ 23:36 | Rispondi

  4. Una bellissima filastrocca che ho letto con molto piacere,in cui ci si può immedesimare,un grosso abbraccio a te e al piccolo.

    Chaffeur66

    Commento di chaffeur66 — 12 gennaio 2008 @ 23:31 | Rispondi

  5. Grazie a tutti.

    Commento di cuoremagico — 13 gennaio 2008 @ 06:59 | Rispondi

  6. Sono riuscita finalmente a leggere queste righe così commoventi!
    Che belle!
    Ma la cosa più bella è l’ultima riga: in ottobre nascesti tu, mio splendido bambino!
    Auguri di cuore e un bacione al tuo bimbo!

    Commento di violainevercors — 13 gennaio 2008 @ 07:10 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: