Lettere Al Futuro

12 gennaio 2008

Cara Mamma

Filed under: Lettere — violainevercors @ 07:53

Cara mamma,è un anno che sei morta e ricordo con dolcezza quel periodo doloroso della tua agonia.
Invocavi la morte e noi due (mia sorella ed io) cercavano, sgomente, si starti vicine. Non avevi che un soffio di voce che diventava sempre più flebile fino a quel giorno, il giorno prima di andartene per sempre.

Ricordi? io ero con la gamba ingessata e potevo solo sedermi vicino a te e tu, l’ultima volta che eravamo tutti insieme e ancora riuscivi a parlare, ti eri mostrata orgogliosa delle tue figlie e dei tuoi nipoti.

Poi il silenzio, i monosillabi e quel filo di voce che spendevi soltanto per invocare “Maria!”.

Una volta ti chiesi chi fosse questa Maria che invocavi e tu, quasi seccata rispondesti: “Ma  è la Madonna!” In quei lunghi mesi di immobilità forzata anche per me, per via del gesso alla gamba, ebbi modo di pensare a come il nostro rapporto non fosse sempre stato tranquillo: questa figlia ribelle finalmente pensava al passato e si rendeva conto di tante cose. 

Certo  ero stata sempre insofferente delle tue premure, però in quegli anni lontani tu avevi custodito la mia fanciullezza e adolescenza… e poi anche tu con la tua mamma avevate spesso dei rapporti non tranquilli… e allora pensavo che in fondo uno non può dare se non quello che ha e tu avevi molto sofferto nella vita, non avevi ricevuto molto amore, come pure aveva ricevuto la tua mamma rimasta prestissimo orfana. No, ora che sono a mia volta mamma di figli ormai adulti, so cosa significhi essere madre e so che è estremamente facile sbagliare; perché nessuno nasce genitore, ma lo diventa.
So che il rimorso per gli errori riconosciuti a posteriori può divorare, ma so anche che quel che conta è il presente nel rapporto con i figli.

I figli non si amano nel passato o nel futuro, ma si amano nel presente, con una totale disponibilità ad accoglierli per quello che sono.

In fondo non abbiamo che il presente par amarli e credo che per loro questo sia fondamentale.
 Ecco questo vorrei che i miei figli capissero: che ogni genitore fa i suoi errori e anche loro ne faranno, ma quel che conta è ricominciare sempre ad amare i propri figli per quello che sono, senza pretendere che siano diversi, e accompagnarli con sempre maggiore discrezione e rispetto per la loro libertà.

Annunci

7 commenti »

  1. Grazie. Che persone splendide sto conoscendo qui! Non riesco a seguire il ritmo della pubblicazione di ogni post per lasciare qualche parola di commento a tutti. In uno degli ultimi qualcuno (forse tu…)diceva che i figli si amano nel presente. E adesso un nuovo “passaggio” sullo stesso concetto: forse non ci avevo riflettuto abbastanza… ho ricominciato subito a farlo.

    Commento di abdita — 12 gennaio 2008 @ 19:43 | Rispondi

  2. E’ bello scambiarsi le scoperte che facciamo!

    E’ come avere un patrimonio che si moltiplica perchè lo riceviamo dalle confidenze che ci scambiamo!

    Credo sia la logica anche dell’amicizia e della condivisione.

    Grazie a te!

    Commento di violainevercors — 12 gennaio 2008 @ 20:29 | Rispondi

  3. Continuo a meravigliarmi sulla persona stupenda che sei,da prendere come esempio per il prosieguo della vita,questo blog nato così su due piedi e ormai appuntamento quotidiano,mi stà dando l’occasione di conoscere tante bellissime esperienze di vita legate al mondo genitori e figli da cui prendere anche degli spunti.

    Commento di chaffeur66 — 12 gennaio 2008 @ 23:14 | Rispondi

  4. La mia è scomparsa il 3 Febbraio di diversi anni fa…e non dimentico mai l’educazione che mi ha dato…i valori che mi ha inculcato..molto bello davvero

    Commento di Prokofiev — 13 gennaio 2008 @ 20:21 | Rispondi

  5. Grazie Prokofiev!
    Sono ricordi preziosi, che ci accompagneranno sempre!

    Commento di violainevercors — 13 gennaio 2008 @ 20:48 | Rispondi

  6. “Nessuno nasce genitore”, il problema è che non puoi, dopo varie prove, sbagli e aggiustamenti, mettere in scena lo spettacolo . . . per cui, baruffe, incomprensioni, fastidio . . . e pregare che le cose si mettano per il bene . . .
    Dai, Ho in mente anch’io qualcosa . . .chiedo a Factum!
    Baci R

    Commento di Rosangela — 19 gennaio 2008 @ 08:19 | Rispondi

  7. Grazie Ros!
    Aspetto le tue riflessioni!

    Commento di violainevercors — 19 gennaio 2008 @ 08:49 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: