Lettere Al Futuro

11 febbraio 2008

La guerra dei Lego

Filed under: SalaLetture — violainevercors @ 17:50
Il mio caro amico Berlicche  è un giovane padre che mi stupisce sempre con le sue riflessioni.
Ho riscoperto un suo vecchio post che propongo qui perché mi pare davvero utile per tutti i papà e le mamme:
La guerra dei Lego

Come talvolta accade, ieri sera sono tornato a casa nel mezzo di un dramma familiare.Mio figlio, sei anni, come succede spesso quando arriva stanco dopo una giornata a scuola, era quel che in gergo tecnico si dice “sclerato”. Aveva appena scoperto che la sorella aveva saccheggiato la sua costruzione fatta con i Lego per implementare la propria, cannibalizzando i pezzi più ambiti. Lacrime agli occhi, denti digrignati, le urlava in faccia “Cattiva! Cattiva!” (l’altra, gatta morta, sapendosi in torto non reagiva) fino a che, lanciato un ultimo “E allora distruggo la tua!” ha mollato un calcione devastatore alla costruzione dell’avversaria.

L’ho afferrato per un braccio e l’ho trascinato nell’altra stanza. Puntava i piedi, piangendo, immaginando una sculacciata epocale. Mentre lo portavo di peso cercavo di pensare a come comportarmi. Lui era convinto di avere ragione, e una punizione corporale da parte mia lo avrebbe fatto solo sentire vittima di una ingiustizia.
Mi sono seduto sul divano e, parlando calmo e guardandolo negli occhi, ho cominciato. “Senti, tua sorella ha sicuramente fatto una cosa che non andava. Ma tu hai fatto qualcosa di ben più grave. Perchè tua sorella ha sì smontato la tua fattoria di Lego, ma l’ha fatto per una ragione, seppure sbagliata. Mentre il tuo gesto è stata solo cattiveria, l’hai compiuto solo per farle del male.” Mi veniva in mente S.Agostino, che ricordava il solo atto veramente malvagio della sua gioventù, quando aveva calpestato apposta le mele di un contadino.
“Quello che tu hai fatto ha bruciato un pezzettino della tua anima, che adesso è un pochino meno luminosa ed un pochino più nera. E’ la strada che conduce a diventare cattivi sul serio. Vedi, in un paese vicino al nostro, la Francia, ci sono delle persone che bruciano le automobili perchè sono convinti di avere subito un torto. E’ così che vuoi diventare? Uno che dà fuoco agli autobus con la gente sopra, che picchia ed ammazza perchè pensa che qualcuno gli abbia fatto uno sgarbo?”
Mio figlio ha smesso di piangere e di recriminare, si è fatto serio. Credo che le mie parole l’abbiano colpito.
“Se sono cattivo non mi mi vuoi bene…”
Gli ho scompigliato i capelli: “Ma io ti ho già perdonato.”
Il suo volto si è illuminato. Gli ho detto di riconciliarsi con la sorella, e dopo un minuto giocavano insieme.
Mentre li guardavo sentivo dentro di essere stato un padre, di avere educato. Avevo la strana, calda senzazione che se un giorno il mio bambino non andrà in giro a sfasciare autovetture sarà magari anche grazie all’incidente dei Lego rubati.

E finalmente mi sono tolto la giacca a vento

Annunci

4 commenti »

  1. I Lego sono la metafora del mondo, credo che ogni bambino prima o dopo ci debba fare i conti, meglio prima comunque e con un genitore attento e non approssimativo.
    Grazie
    Ross

    Commento di rossaurashani — 12 febbraio 2008 @ 11:30 | Rispondi

  2. Grazie a te!
    Viol

    Commento di violainevercors — 12 febbraio 2008 @ 15:18 | Rispondi

  3. hehe speaking of legos, check this out: a legos movie review!

    Commento di Camie — 13 febbraio 2008 @ 04:40 | Rispondi

  4. Ehm… mi dispiace: non parlo l’Inglese!

    Commento di violainevercors — 13 febbraio 2008 @ 07:12 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: