Lettere Al Futuro

18 marzo 2008

Da Racconto.Politico di Marta Meo

Filed under: 1,AngoloRelax — rossaurashani @ 23:54

Per quel che posso (e posso poco) cerco di tenere le mie figlie alla giusta distanza dalla mia attività politica.
Talvolta mi è impossibile e le porto con me, come sabato scorso che le ho portate al circolo e ho cercato di coinvolgerle per fare insieme (con colla e pittura) la nuova insegna con il simbolo del PD.
Ma c’è una cosa che ci piace fare insieme ed è cercare e guardare i video su you tube, io cerco materiali interessanti e loro (la più grande in particolare) si divertono molto.
L’altro giorno al telegiornale passavano delle immagini del comizio di Veltroni a Trieste e io, scherzosamente, ho chiesto ad Anna se sapeva chi fosse quel signore, lei si è girata (guardandomi come se fossi rimbambita) e mi ha detto: “Ma certo mamma, è quello che canta Mi fido di te!“.
Spero non me ne avrà Jovannotti.

Queste semplici parole mi hanno ispirato stasera la voglia di tornare a sperare nella politica e nel futuro. Mi va di stare collegata, mi va di parlare, mi va di guardare senza rabbia ne stupore, mi va di pensare che il peggio è passato mi va di gridare MI FIDO DI TE.

Annunci

5 commenti »

  1. A volte le parole dette dai figli hanno il sapore del nuovo, hanno l’incanto dei germogli che a primavera nascono dagli alberi spogli dell’inverno.
    Sono felice per le tue figlie: hanno una mamma capace di far rifiorire la speranza e il dialogo, una mamma che dona loro tanto di sè.
    Sono felice per te: fidarsi gli uni degli altri fa bene a tutti e potrebbe migliorare il futuro.

    Commento di abdita — 19 marzo 2008 @ 05:19 | Rispondi

  2. @ adbita

    conosco Marta personalmente e so che è una donna impegnata ed attenta nei confronti delle figlie. Mi ha fatto sorridere questo piccolo spezzone di vita, credo dia fiducia nel futuro e anche nell’impegno politico.
    L’ho vista al comizio del PD con le sue bambine appresso, c’era allegria…. e fiducia. Credo che quelle bambine vedranno il mondo con occhi nuovi, ma anche disponibili, ma anche come dice Crozza pacatamente di sinistra 😉
    Ross

    Commento di Rossaura — 19 marzo 2008 @ 09:40 | Rispondi

  3. Non so, personalmente sono cresciuta tra la parrocchia e la sezione della democrazia cristiana -papà e mamma attivisti dorotei-(da piccola usarono la mia vocina per farmi dire in uno spot ameno :”mamma ma se lasci papà cosa ne sarà di me? ” -referendum del 1974-) e guarda cosa ne è venuto fuori: agnostica ribelle miscredente di sinistra e più o meno comunista, non credo che i miei mi sognassero esattamente così!!!
    Però mi hanno insegnato l’impegno civile, le battaglie per i diritti in cui crediamo, l’interesse per gli altri, la solidarietà…
    I miei bimbi mi hanno seguito spesso, abbiamo distribuito semini di girasole in alcune manifestazioni dei Verdi, abbiamo regalato frutta biologica davanti alle scuole, vengono spesso a giocare durante le mie riunioni.
    Per loro è normale ripudiare il circo con gli animali tenuti in condizioni aberranti, oppure rifiutare la carne d’agnello e specialmente a Pasqua.
    Per loro BB è BandaBassotti oppure BerlusconiBush, brutti uguale, ma sinceramente non so cosa ne verrà fuori tra qualche anno!!! Incrociole dita ma mi preparo ad averli anche piccoli contestatori.

    La fiducia?
    Non so, Ross, non riesco a darla nè a trasmetterla più…

    Commento di marisauno — 20 marzo 2008 @ 00:22 | Rispondi

  4. @ Marisauno
    I genitori che aprono ai figli una visuale sul mondo che non sia solo fatta di TV e di pubblicita’ possono sperare di allevare persone capaci di ragionare con la propria testa, persone in grado di criticare e di farsi autocritica.E’ vero che non bisogna condizionarli con le nostre idee, avvolgerli nelle nostre delusioni, anzi bisogna soprattutto, quando noi non ce la facciamo piu’, inforderli la speranza.
    Niente e’ piu’ triste di un mondo dove non c’e’ speranza, una possibilita’ di cambiamento,
    Se sapremmo renderli capaci di affrontare la vita, un po’ “A MUSO DURO ma APERTI AL SORRISO E ALLA DOLCEZZA”avremmo fatto il nostro dovere.
    Accetteremmo di buon grado anche la contestazione, perche’ anche questo rientra nela crescita dell’individuo.
    A proposito di maturita’ dei figli: questa sera mia figlia “Biri”, che ha 12 anni e non si e’ mai molto
    interessata alla politica e alle discussioni in genere , (ad eccezione di quello che riguarda l’ecologia e il mondo animale) seguendo il dibattto sull’aborto ad ANNO ZERO e seguendo le argomentazioni di Pezzotta ( che mi stava spapolando il fegato, ma non dicevo nulla per non influenzarla con le mie opinioni),mi ha detto: Ma questo qui, chi e’? E’ cosi arrogante e spocchioso e poi parla di cose di noi donne,LUI CHE NE SA?
    Era cosi’ arrabbiata che continuava a litigare con il televisore, penso che se fosse stata li presente lo avrebbe assalito.
    Sono rimasta allibita,( volevo raccontarle che era un ex-sindacalista ,uno che doveva fare gli interessi dei lavoratori, ma come potevo , con tutte le cazzate che ci ha propinato sull’aborto,) cosi’
    ho solo detto che in effetti lui non poteva sapere cosa provava una donna che decideva di abortire,ma che c’e’ un sacco di gente che si arroga il diritto di decidere per gli altri,senza pensare che ognuno deve decidere da solo soprattutto per quello che riguarda la vita e la morte.

    Questa sera ho visto forse per la prima volta, come i semi germogliano e NE SONO STATA FELICE!

    In conclusione forse noi non riusciremo a dar fiducia agli altri, ma dovremmo insegnarla e donarla ai nostri figli
    Un saluto fiducioso

    Commento di annuska62 — 20 marzo 2008 @ 23:25 | Rispondi

  5. @annuska62

    Complimenti alla tua piccola grande Biri! Pezzotta stasera è stato davvero nauseante.
    E condivido pienamente le tue parole, anche se a volte è difficile donare fiducia ma è vero, bisogna provarci.
    In quanto alla contestazione mi preoccuperei se non la facessero!
    Buonanotte.
    Marisa

    Commento di marisauno — 20 marzo 2008 @ 23:58 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: