Lettere Al Futuro

30 marzo 2008

ELOGIO DELL’INESPERIENZA (Gerhard Mumelter – Der Standard- quotidiano Austriaco) tratto da Internazionale

Filed under: 1,DemocraziaAlFuturo — rossaurashani @ 23:13
Tags: , ,

Tornando da una (breve? almeno per me) vacanza mi sono trovata a leggere questo articolo di un giornalista austriaco sulla campagna elettorale in corso nel nostro Paese. Senza dubbio trovo la chiave di lettura di questo giornalista molto ma molto attenta ed ispirata….

Condivido la sua esortazione nei confronti dei giovani inesperti che sono entrati in politica, solo voi siete il nostro futuro!

” Per Marianna Madia l’esordio in politica è stato tutt’altro che gratificante. La giovane candidata del Partito Democratico ha osato fare un elogio spontaneo dell’inesperienza politica. Apriti cielo! E’ stata sbranata da due caste che brillano di autoreferenzialità e conformismo: giornalisti e politici.

Sia più modesta e non dimentichi l’importanza dell’esperienza! Come quella di De Mita, che ha cambiato partito per ricandidarsi dopo 45 anni in parlamento: esempio più evidente di una casta fin troppo esperta, ma politicamente inefficiente.

E’ un esercizio ipocrita e inutile prendersela con la povera Madia. Perchè i risultati di una classe politica esperta sono davanti agli occhi di tutti: paese in declino, cittadini delusi, poltronite dilagante.

L’esperienza è decisiva? E allora perchè Prodi è caduto quasi nelle stesse circostanze del 1998? E perchè leader navigati come Prodi, D’Alema, Fassino e Rutelli si sono illusi di poter governare con un esercito di 103 ministri e sottosegretari? In Italia l’esperienza politica non serve quasi mai al bene comune. Serve alla partitocrazia, al clientelismo, alla lottizzazione, ai trucchetti parlamentari. Ma tutti sono convinti che il paese non possa rinunciare alla loro preziosa esperienza. C’è chi per rientrare in parlamento ha insistito sulle deroghe come Anna Serafini (moglie di Fassino) , chi ha fatto lo sciopero della sete come Pannella, chi si è affidato ad appelli pubblici come Dalla Chiesa.

Eppure sono i nuovi a preoccupare. I partiti li sorvegliano e distribuiscono kit per evitare errori e gaffe. un esercizio patetico in un paese abituato da anni a scivoloni di ogni tipo.

Che dire di Berlusconi, che scopre dopo 15 mesi che Alitalia è in vendita? E di Fini, che in pochi giorni si è dimenticato di aver definito il partito unico di Berlusconi le “comiche finali”? E di Casini, da vent’anni in politica, che si spaccia per la “vera novità”?

Non si faccia intimidire Marianna Madia. In Italia dove la politica ha inventato la parola “discontinuità” per non parlare di cambiamento, il nuovo ha sempre avuto vita difficile. Ne è la prova vivente il Cavalieri che, a 71 anni e alla sua quinta candidatura, accusa il rivale di 52 anni di rappresentare il vecchio.”

Con questo articolo voglio stimolare tutti i giovani che si credono inadeguati alla politica, a riflettere che con ogni probabilità l’inesperienza con cui devono fare i conti può diventare la loro arma vincente. Non come invito all’arroganza e alla presunzione, bensì come elogio delle qualità insite nella gioventù: il coraggio intrepido, la fantasia inesauribile, la gioiosa innocenza. Basterebbe solo questo a farmi ridare fiducia alla politica.

Purtroppo dalle notizie dell’ultim’ora sorge il sospetto che anche la Marianna benchè giovane ed inesperta sia una Binetti più giovane di 40 anni, la cosa mi ha realmente scombussolata, purtroppo anche la gioventù a quanto pare non è sinonimo di lungimiranza. Come si dice dalle mie parti “non c’è più religione….” 😉

vedi (http://oknotizie.alice.it/go.php?us=503100788020a9e9)

Madia, una Binetti di 40 anni più giovane

“L’aborto è il fallimento della politica, un fallimento etico, economico, sociale e culturale. Sono certa che se si offrisse loro il giusto sostegno, le donne sceglierebbero tutte per la vita. Non sottoscrivo la moratoria, ma non perché non condivida le analisi di Giuliano Ferrara, anzi: mi pare che quello che dice su questo tema vada proprio verso quella riumanizzazione della vita disumanizzata che ritengo necessaria oggi.

Sono cattolica praticante, e credo che la vita la dà e la toglie Dio, noi non abbiamo diritto di farlo. Quindi dico no all’eutanasia.

Se si parla di famiglia io penso a un uomo e una donna che si sposano e fanno dei figli. Scegliendo per la vita. “

Questa dichiarazione è stata fatta 48 ore fa da Marianna Madia, la capolista del PD per il Lazio, scelta di persona da Walter Veltroni. L’Italia ha così scoperto ciò che, in tutta probabilità, Veltroni già sapeva da tempo: la Madia è una Binetti di 40 anni più giovane.

A 48 ore di distanza, le uniche due reazioni dal di dentro del PD sono quelle di Cristiana Alicata e Andrea Benedino, ossia una lesbica e un gay. Complimenti al resto del partito democratico.

(da Anelli di Fumo)
Annunci

4 commenti »

  1. Stavo per inviarti la dichiarazione di Marianna Madia via mail, spero che ti faccia ponderare meglio la tua scelta di voto!

    Commento di marisauno — 31 marzo 2008 @ 11:49 | Rispondi

  2. @ Marisa
    come vedi non intendo portare la posizione del PD alla ribalta, certamente sono propensa al ricambio generazionale, sempre che le idee siano veramente giovani e purtroppo a quanto pare neanche i giovani sono una garanzia. Il mio discorso sul ricambio generazionale comunque vale lo stesso, fare l’elogio dell’inesperienza in una società dove la gioventù non è un plusvalore per quanto riguarda la politica, ma lo diventa solo per quanto riguarda il mercato degli acquisti e le considerazioni estetiche…. mi sembra una società così assurdamente cieca, così retorica, così superficiale. ovviamente molto importanti sono i fatti e sopratutto la coerenza…
    Comunque sempre pronta a ricredermi.
    Ciao Ross

    Commento di Rossaura — 31 marzo 2008 @ 20:11 | Rispondi

  3. Cara Ross come vedi da più parti dobbiamo confrontarci con persone che hanno (inesperienza o no) la convinzione di possedere la verita’, di essere i detentori (unici)dei valori e della morale della societa’. Purtroppo, per noi ,anche dei giovani appena scesi in campo, invece di sviluppare una politica
    che garantisca una liberta’ di scelta, cerca di assecondarla ,convogliarla e plasmarla a seconda delle proprie credenze, religioni ecc.
    LA POLITICA E’ PER TUTTI, E’DI TUTTI.
    Per questo chi scegli di far politica deve avere il massimo rispetto degli altri, delle altrui esigenze, E MAI ANTEPORRE LE PROPRIE “ASPIRAZIONI”,ma si sa i grandi ideali sono stati messi in soffitta da tempo, e la COERENZA SI SA …..E’ MORTA TANTO TEMPO FA .
    Un saluto COERENTE ( L’HO RIESUMATA PER FORTUNA)

    Commento di ANNUSKA — 31 marzo 2008 @ 23:34 | Rispondi

  4. Good blog you have here.. It’s difficult to find high-quality writing like yours
    nowadays. I really appreciate individuals like you! Take care!!

    Commento di anelli uomo particolari in acciaio — 14 novembre 2016 @ 11:51 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: