Lettere Al Futuro

4 aprile 2008

40 anni fa la morte di un sogno

Filed under: 1,DemocraziaAlFuturo — annuska62 @ 12:46

40 anni fa moriva Martin Luther King.  La violenza ancora una volta ha travolto chi tentava di realizzare” un sogno”, chi professava una visione del mondo lontana da ogni forma di guerra, di ingiustizia, chi metteva in primo piano l’amore contro ogni paura. Oggi ci ritroviamo, dopo tanti anni, a sperare ancora in un mondo migliore, a credere ad un Sogno possibile, ma Martin Luther King che avrebbe detto oggi?

Annunci

4 commenti »

  1. E non m’importa.
    Come chiunque, mi piacerebbe vivere a lungo: la longevità ha i suoi lati buoni.
    Ma adesso non mi curo di questo.
    Voglio fare soltanto la volontà di Dio.
    E Lui mi ha concesso di salire fino alla vetta.
    Ho guardato al di là, e ho visto la terra promessa.
    Forse non ci arriverò insieme a voi.
    Ma stasera voglio che sappiate che noi, come popolo, arriveremo alla terra promessa.
    E stasera sono felice.
    Non c’é niente che mi preoccupi, non temo nessun uomo.
    I miei occhi hanno visto la gloria dell’avvento del Signore.
    Le ultime parole del suo ultimo discorso che a distanza di tanto tempo, sono ancora incise nei cuori di molte persone,da ricordare e da cercare, con modo democratico e pacifista la sua realizzazione in tutta la terra.
    Brava Annuska a ricordare a tutti il triste fine di una grande persona di pace.

    Commento di adriano49 — 4 aprile 2008 @ 13:09 | Rispondi

  2. @adriano
    e’ bello sapere che molte altre persone lo ricordano e lo portano nel cuore.
    Un saluto… pacifista

    Commento di aanuska62 — 4 aprile 2008 @ 13:20 | Rispondi

  3. I HAVE A DREAM…….

    Molte volte ci si chiede cosa stavo facendo quando ho appreso questa notizia? Ricordo solo cosa stavo facendo quando ho appreso dalla radio o dalla TV della morte di Martin Luther King.

    Avevo quasi 17 anni, non ricordo che ora fosse, ma ricordo bene che ero davanti ad uno specchio e che avevo in mano un pettine…. Quel pettine non arrivò mai a pettinare i miei lunghi capelli rossi, non ci arrivò mai … prima rimase sospeso a metà, il braccio alzato il pettine nell’aria, poi ascoltai e mi si dipinse un’espressione assurda sul viso, qualcosa tra la paura e il dolore. Ricordo che scagliai il pettine lontano e malgrado a quel tempo non usassi mai termini “estremi” e coloriti, gridai qualcosa che non ricordo, ma andava molto vicino a Bastardi!

    Io c’ero anche se non stavo in America, io c’ero ma stavo a casa mia con un’aria disperata, davanti ad uno specchio casalingo, a pensare che avevano ucciso Kennedy e ora avevano ucciso Martin Luther King…. quanti sogni sono stati soffocati da allora.

    Commento di Rossaura — 4 aprile 2008 @ 14:23 | Rispondi

  4. La verità è eterna: sono passati quarant’anni ed è un messaggio sempre attuale

    Commento di mt70 — 4 aprile 2008 @ 17:20 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: