Lettere Al Futuro

4 aprile 2008

Cicliche ovvietà

Filed under: Lettere — mt70 @ 17:25

 Passi

Chi di noi quando aveva vent’anni non si è sentito immortale?

Ci si sente padroni del mondo pensando di avere tutto il tempo che si desidera innanzi a se.

Eppure paradossalmente a quell’età io volevo “tutto e subito” , come se di tempo ne avessi pochissimo: ogni progetto, ogni evento, doveva realizzarsi presto, il più presto possibile; ogni tappa, anche se necessaria, ogni sosta, la sentivo con fastidio, come un ostacolo che mi allontanava dalla mia meta.

Il più delle volte la meta l’ho raggiunta, e anche quella sensazione feroce e selvaggia di vittoria, ma del percorso che ho fatto per arrivarci non ricordo molto, ne fatti, ne sensazioni.

Oggi, non arrivo ancora ai quaranta, anche se il tempo davanti a me è tanto ( spero) sono certamente più consapevole di quanto sia limitato… eppure ora per me un ingrediente fondamentale per vivere bene ogni situazione è l’attesa : mi piace costruire con precisione e minuziosità, amo veder crescere i miei progetti come piccoli fiori seminati in primavera, amo il sapore dei momenti che apparentemente passano gli uni uguali agli altri, senza che accada nulla di particolarmente rilevante. Desidero, come immagino faccia un sommelier, cogliere tutte le sfumature di ogni goccia di attesa, e non voglio affrettare di un attimo per arrivare prima alla conclusione. Ogni istante assume per me un significato in funzione del risultato che spero di ottenere.

Di questo mio modo di vivere così cadenzato e “lento” però non ero completamente consapevole fino a poco tempo fa, quando ho cominciato ad osservare la mia piccola N. che tanto piccola ormai non è più, prendere il “fugone” e voler cominciare a mordere la vita, con la stessa fretta che avevo io più o meno alla sua età, e con la stessa convizione di essere praticamente eterna e (quasi ) onnipotente. Mi ha fatto tenerezza e mi sono fatta tenerezza io come ero allora.

Ho cominciato a ragionare sul fatto non potrò comunicarle la mia esperienza, esattamente come i miei genitori non hanno potuto fare con me, e mi è sembrato buffo pensare come ciò che osserviamo in un altro essere umano e, in genere, nell’intero genere umano come un ovvio processo fisiologico di crescita, sia in realtà sorprendentemente sempre nuovo per chi lo sta vivendo, anche se da innumerevoli generazioni si ripetono ciclicamente gli stessi istintivi rituali.

E’ arrivato il momento di fare un  passo indietro. E per N. tanti in avanti. Sono felice, tanti piccoli momenti non sono passati invano.

Annunci

5 commenti »

  1. Bellissimo. Bellisismo Bellissimo. Bellissimo.

    A vent’anni ci si sente immortali, è vero. La consapevolezza della vita è meno forte (e non è paradossale, solo la consapevolezza della nostra finitezza ci rende consapevoli di questo “dono”)

    Ora, che sei una giovanissima e splenddia quasi quarantenne, hai la consapevolezza di quanto è prezioso il momento. Custodiscilo, come sai fare. Grazie.

    UN sorriso incredibile
    Carlo

    Commento di Comicomix — 4 aprile 2008 @ 17:53 | Rispondi

  2. Un bellissimo “elogio alla lentezza”, perla rara di questi tempi, trasmesso con grande saggezza. Complimenti 🙂

    Commento di pcdazero — 4 aprile 2008 @ 18:47 | Rispondi

  3. E’proprio bello potersi gustare a poco a poco ogni attimo,assoporare anche le piccole cose, potersi fermare a guardare le nostre figlie perche’ loro riflettono il nostro passato e sono il nostro ……futuro !
    Un saluto riflessivo

    Commento di annuska62 — 4 aprile 2008 @ 19:55 | Rispondi

  4. Sei una grandissima madre, spero di riuscire a sentirmi come te quando i miei piccoli faranno i primi tentativi di lasciare il nido ( mannaggia: sarò sicuramente più vecchia ^_^ ).
    Un caro abbraccio, Lisa

    Commento di lisa72 — 5 aprile 2008 @ 09:49 | Rispondi

  5. @ Carlo: grazie a te 🙂
    @ Gianni: lentamente si notano tante piccole meravigliose cose…
    @ Annuska: si è bellissimo, il slienzio ha un suono stupendo.
    @ Lisa: sei una grandissima madre già da ora col tempo non puoi che migliorare! 😉

    Commento di mt70 — 5 aprile 2008 @ 11:07 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: