Lettere Al Futuro

20 aprile 2008

Ricambio generazionale ossia la gente cambia e i bar restano sempre gli stessi…..

Filed under: 1,PuntoD'Incontro — rossaurashani @ 17:29
Tags: , ,

Che siamo in un momento storico particolare, non credo ci siano dubbi, il mio Paese e il mondo intero stanno vivendo un momento di crisi profonda ed io che sono la solita formichina incazzata penso a cosa lasciare a mio figlio e a tutti i figli del mondo.

Niente da fare, le mie risorse sono quelle che sono. Posso tentare di lasciare tutti i sacrifici e le fatiche della mia generazione, ma temo che ormai siano un fiore malamente appassito.

Eppure, se pur non ho così tanto da offrire al ricambio generazionale, ho un orgoglio interiore da mostrare: Mio figlio, ieri non era in Piazza del Popolo con gli Amici di Maria De Filippi…..

Ecchevuoldire ??? mi chiederete allarmati. Vuol dire…. vuol dire…. anzi è un discorso importante, talmente importante che ci scrivo un post.

Ormai sono “passata”, ho fatto il mio tempo, ho fatto quello che ho potuto, ho lottato per una società più giusta, ho lavorato, faticato, ho cresciuto mio figlio ed è lui il mio ricambio generazionale. A lui mi sento di lasciare il posto, non ho detto che devo lasciare il mio posto, no, non fraintendetemi, a lui lascio volentieri il mio posto, a lui e a quelli come lui e ne conosco tanti (ovviamente tutti assenti alla kermesse della De Filippi).

Mi direte, ma che fai, metti la De Filippi come termine di paragone? Perchè no, a me sembra valido! Anzi mi sembra il paragone giusto tra la gioventù impegnata e la gioventù televisiva. Troppo moralista il mio post? No, non credo, d’altra parte per lasciare il testimone da qualcuno bisogna pure incominciare e io lo faccio e nomino mio figlio, come mio ricambio generazionale nel mondo e la discriminante è la De Filippi…. Qualcosa in contrario?

Annunci

5 commenti »

  1. Passare il testimone a diversi giovani in gamba che ci circondano, è un piacere, oltre che un dovere. Ma non è vero che tu sia “passata”, abbia fatto il mio tempo. Il ricambio generazionale è indispensabile, ma prima di “abbandonare il campo, cara Ross, devi ancora trottare! Non pensare di essertela già cavata.
    E, come i 4 amici al bar (magari, oltre che chiacchierare, abbiamo anche provato (proviamo ancora, nel nostro piccolo) a fare qualcosa. Assieme ai nostri figli. Anche a Piazza del popolo, magari con tanti amici. Anche se non saranno proprio quelli della De Filippi.

    Un sorriso silenzioso

    C.

    Forse non c’incontreremo mai, ognuno a rincorre i suoi guai. Ma forse succederà. Chissà…

    Commento di Comicomix — 20 aprile 2008 @ 17:40 | Rispondi

  2. Nulla in contrario Ross, anzi! Solo che concordo con Carlo sul fatto che è ancora troppo presto per ritirarsi ed è meglio combattere insieme ai nostri figli.

    Buona domenica.
    Marisa

    p.s.
    Fan.ulo alla De Filippi, alla Ventura, ai piccoli&grandi fratelli e tutta la spazzatura che in questo momento non ricordo

    Commento di marisauno — 20 aprile 2008 @ 18:11 | Rispondi

  3. Una bottiglia di prosecco o fragolino ci sono,un mazzo di carte trevisane ci sono,una radiolina non manca,un’altra coppia Carlo e Marisa c’è,quando vuoi iniziare a giocare a briscola son pronto…..chi perde per penitenza ascolta i programmi del nano sulle sue tv.
    No,mia cara amica Ross,teniamo ancora un pochino,non mi sembrano pronti al ricambio i nostri figli,forse per troppo amore o perchè non volevamo che, anche loro facessero troppi sacrifici come quelli fatti da noi per portare ad una uguaglianza o perlomeno minima differenza di valori sociali,morali e di tenore di vita,sacrificio diventato nullo in questi ultimi 10 / 15 anni ,con l’avvento del micronanopadrone nel tessuto e nel quotidiano vivere,con le sue bugie,la sua destrezza nel confondere ,aiutato da altre persone,le menti e gli ideali dell’uomo/donna italiano con le sue televisioni e i suoi programmi,che hanno inebitito i nostri giovani divenuti seguaci di ideali senza più valore famiglia,bene sociale e di umanità.Cominciamo come mia nipotina di 9 mesi,passino dopo passino a rieducarli ai vecchi principi veri della persona ,poi lasceremo a loro la guida e noi potremmo goderci con un pizzico d’orgoglio l’avvenuto cambiamento desiderato.
    un sincero abbraccio Adriano

    Commento di adriano49 — 20 aprile 2008 @ 19:03 | Rispondi

  4. Se hai a cuore il futuro, la tua esperienza, la tua saggezza, è fondamentale per noi giovani. Io ho un programma (un’idea), ma per ora sono il solo a crederci: http://www.dariopulcini.it/governo-del-cittadino/
    Spero che saremo in tanti un giorno a condividere, a proporre, a modificare, a creare quel mondo e quell’umanità che solo aspetta idee e persone oneste e coerenti. Così come non si ferma mai la vita, non si ferma la lotta per un mondo diverso, inclusivo, giusto, armonioso. Sono giovane, ma non così giovane da non avere la determinazione necessaria per andare avanti, per guardare la realtà con occhi disillusi e contemporaneamente sognanti.

    Commento di Dario Pulcini — 20 aprile 2008 @ 20:29 | Rispondi

  5. Quando apro la tv e intravvedo questo tasmissioni senza capo ne coda, dove i ragazzi non imparano assolutamente nulla, se non a prevaricare sugli altri, dove i valori come l’amicizia, l’amore, la lealta’
    vengono seppelliti per sempre, pur di apparire, sì, apparire ad ogni costo, mostrare a tutti degli involucri vuoti, senza valori, senza cultura.L’importante è essere li’ di fronte ad un mondo che ancora non riesce a capire dove ha sbagliato. Qualcosa è successo e noi non ce ne siamo accorti, forse non abbiamo prestato la dovuta attenzione, forse non volevamo credere di cadere così in basso, ma e’ successo.
    Ora, non ci rimane che continuare o iniziare la dura battaglia di educatori, o meglio di “trasmettitori” di valori che speriamo possano rendere migliori i nostri figli.

    P.s.A mia figlia, amante della danza, ho fatto una promessa.”Se un giorno vorrai partecipare a qualche trasmissione televisiva cretina, ti prometto che ballerai solo con le braccia, perche’ alle gambe ci penso io”. Non si sa mai che tutti i miei insegnamenti finiscano dimenticati in qualche cassetto. Sono convinta che : Two is meglio che one

    Commento di annuska62 — 20 aprile 2008 @ 22:47 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: