Lettere Al Futuro

18 maggio 2008

” Banche ovunque e “bisi” solo a Lumignano ” sempre di corsa verso il nuovo con la globalizzazione

Filed under: PuntoD'Incontro — adriano49 @ 08:28

 foto by Emilia ( friends 2005 )

da ” Il Gazzettino” di domenica 18/05/2008 cronaca di Vicenza-Bassano

18-mag
L’identikit dell’accattone, incrociato
all’una in pieno centro, non è nuovissimo, ma
nemmeno frequente: italiano sopra i 50, jeans
con gilet e camicia scura, contegno assolutamente
sobrio. Nuova è la motivazione per cui
chiede la carità: «Aiutatemi a fare la spesa al
discount». Intascato l’obolo, chissà se si incammina
davvero verso il supermarket. Dilemma
da cui ne fioriscono altri: single o capofamiglia?
Precario o disoccupato? Vittima di una crisi da
quarta o terza settimana dopo lo “stipendio”?
Di sicuro l’uomo incrocia la folla accalcatasi sull’ingresso
della banca che festeggia l’apertura offrendo salatini e prosecco
ai passanti. Con questo, in un breve tratto di Vicenza
compreso fra corso San Felice e viale Mazzini, sono sette gli
istituti di credito che si giocano la fiducia dei correntisti.
Molti dei quali, dando retta a recenti e attendibili statistiche,
hanno un tenore di vita non così distante da quello del
poveraccio appena incontrato. «Lo sappiamo», spiega la
gentile funzionaria intenta a stappare un’altra bottiglia, «e
infatti questa crescente concorrenza punta a offrire servizi
convenienti a chi è in difficoltà. Noi ci proviamo
restando aperti ogni giorno fino alle sette
di sera, oltre a tutti i sabati mattina».
La percezione è quella di un mercato che,
subendo i contraccolpi continui della recessione
internazionale, tenta azioni di recupero
verso consumatori in difficoltà. Ombrelli a tre
euro dentro l’outlet cinese, portafogli a cinque
sulla bancarella di piazza dei Signori, perfino
occhiali da presbite a meno di dieci dentro i
bar dove li trovi in vendita in mezzo a tartine e tramezzini.
Questi alcuni dei prezzi registrati nelle ultime settimane.
Segnali in arrivo da una Vicenza globalizzata dove il “locale”
sembra arretrare ogni giorno di più. Resistono ancora sagre
come quella dei “bisi”, che per le 12.30 di oggi chiama a
raccolta la consueta moltitudine sotto il tendone allestito a
Lumignano. Se torna il sereno, al pomeriggio si può aggiungere
un’escursione fino al vicino eremo di San Cassiano.
Dove, da più mille anni, chiunque è libero di meditare su ciò
che vuole. Anche sui favolosi piselli del posto. Su piatti di
risi e bisi che rischiano di diventare un lusso.
Stefano Ferrio          
             
Annunci

1 commento »

  1. Hi there, I discovered your blog by the use of Google even as
    looking for a similar subject, your web site came up, it appears to be like good.
    I’ve bookmarked it in my google bookmarks.
    Hello there, just become aware of your blog thru Google, and located that it is truly informative. I’m going
    to be careful for brussels. I will be grateful in case you proceed this in future.

    Numerous folks can be benefited from your writing.
    Cheers!

    Commento di Darla — 21 aprile 2013 @ 21:22 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: