Lettere Al Futuro

29 maggio 2008

Khorakhanè – a forza di essere vento (F. De Andrè) Vale la pena riflettere…

Filed under: Canzoni — marisadalfonso @ 01:04

 

http://it.youtube.com/watch?v=5KwmV9KhJ7o

Khorakhanè (a forza di essere vento) 
(F. De Andrè)
Khorakhanè: tribù rom di provenienza serbo-montenegrina

Il cuore rallenta la testa cammina
in quel pozzo di piscio e cemento
a quel campo strappato dal vento
a forza di essere vento

porto il nome di tutti i battesimi
ogni nome il sigillo di un lasciapassare
per un guado una terra una nuvola un canto
un diamante nascosto nel pane

per un solo dolcissimo umore del sangue
per la stessa ragione del viaggio viaggiare
Il cuore rallenta e la testa cammina
in un buio di giostre in disuso

qualche rom si è fermato italiano
come un rame a imbrunire su un muro
saper leggere il libro del mondo
con parole cangianti e nessuna scrittura

nei sentieri costretti in un palmo di mano
i segreti che fanno paura
finché un uomo ti incontra e non si riconosce
e ogni terra si accende e si arrende la pace

i figli cadevano dal calendario
Yugoslavia Polonia Ungheria
i soldati prendevano tutti
e tutti buttavano via

e poi Mirka a San Giorgio di maggio
tra le fiamme dei fiori a ridere a bere
e un sollievo di lacrime a invadere gli occhi
e dagli occhi cadere

ora alzatevi spose bambine
che è venuto il tempo di andare
con le vene celesti dei polsi
anche oggi si va a caritare

e se questo vuol dire rubare
questo filo di pane tra miseria e sfortuna
allo specchio di questa kampina
ai miei occhi limpidi come un addio

lo può dire soltanto chi sa di raccogliere in bocca
il punto di vista di Dio

Cvava sero po tute
i kerava
jek sano ot mori
i taha jek jak kon kasta

Poserò la testa sulla tua spalla
e farò
un sogno di mare
e domani un fuoco di legna

vasu ti baro nebo
avi ker
kon ovla so mutavia
kon ovla

perché l’aria azzurra
diventi casa
chi sarà a raccontare
chi sarà

ovla kon ascovi
me gava palan ladi
me gava
palan bura ot croiuti

sarà chi rimane
io seguirò questo migrare
seguirò
questa corrente di ali

Annunci

8 commenti »

  1. Molto più toccante di mille post, molto più struggente di mille parole …… una poesia, una semplice canzone dell’immenso Faber e della grande Marisa che ce l’ha fatta conoscere.

    Posso fare un piccolo post-it? I tempi che stiamo percorrendo, mi lasciano addolorata e confusa. Siamo noi a non capire la realtà o sono glie altri ad interpretarla male?

    Ciao Ross

    Commento di rossaura — 29 maggio 2008 @ 15:17 | Rispondi

  2. ho trovato il video su youtube, se vuoi marisa puoi inserirlo, anche se a volte graffiano più le parole scritte, che quelle cantate….

    Commento di rossaura — 29 maggio 2008 @ 15:24 | Rispondi

  3. Scusa non mi ero accorta del tuo Link di youtube, tra l’ltro molto più appropriato.
    Scusa ancora Ross

    Commento di rossaura — 29 maggio 2008 @ 15:34 | Rispondi

  4. bellissimo, brava Marisa, niente piu’ appropriato di questo video e di questa canzone indimenticabile di Fabrizio, in questi tempi bui

    Commento di annuska62 — 29 maggio 2008 @ 15:54 | Rispondi

  5. @annuska
    volevo inserire questa canzone nel commento del tuo ultimo post, ma anime salve ha diritto ad un posto tutto suo.
    E’ sconsolante dirlo, ma credo che in questi 60 anni di repubblica non sia cambiato niente riguardo a pregiudizi e razzismi.

    @ross
    sei un mito!

    Commento di marisauno — 29 maggio 2008 @ 17:55 | Rispondi

  6. scusate ma io volglio comprenderla meglio..
    se qualcuno hai il tempo e il piacere di farmi una “parafrasi” e inviarla a gianni.ambruoso@hotmail.it.. scusate tento l’ignoranza.. so di che parla.. quel poco che ho capito mi ha quasi commosso.. forrei solo saperne di piu’..
    grazie

    Commento di Giovanni — 27 dicembre 2008 @ 00:30 | Rispondi

  7. @ Giovanni
    Intanto dai un’occhiata al video….
    Secondo me c’è poco da parafrasare, il testo tocca il cuore e la mente.
    I Rom sono perseguitati da tanto tempo ma portatori di una cultura millenaria

    Ciao Marisa

    Commento di marisauno — 27 dicembre 2008 @ 11:15 | Rispondi

  8. dove cavolo è la parafrasiiii!!!!!!!!!!!!!!

    Commento di silvia....!!!! — 24 marzo 2011 @ 15:32 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: