Lettere Al Futuro

29 maggio 2008

Non ha il look adatto- le Poste bocciano il postino

Filed under: PuntoD'Incontro — adriano49 @ 12:36

È più importante il look o la puntualità e la professionalità nella consegna di pacchi, lettere e giornali? Così le poste hanno bocciato un postino per l’abbigliamento e per i capelli «fuori norma». Ma Gargazzone non ci sta. E parte la raccolta di firme. 

 

Gargazzone: il portalettere precario non passa l’esame:È più importante il look o la puntualità e la professionalità nella consegna di pacchi, lettere e giornali? Per l’amministrazione di Poste italiane sembra proprio che l’abito faccia il monaco, almeno stando all’esperienza di Samuel Capizzi, portalettere precario da un paio d’anni e ora bocciato al concorso per passare di ruolo sembra per via del suo stravagante abbigliamento ritenuto indecoroso per l’immagine dell’ente. Ma a Gargazzone, dove il ventenne ha saputo conquistarsi stima ed apprezzamento da parte degli utenti, la gente non ci sta ed è già partita una raccolta di firme di protesta.
 Qualcuno in paese fa notare che il giovane portalettere ha meno tatuaggi di qualunque divo dello sport o dello spettacolo, che la sua coda di cavallo non è meno dignitosa del toupet di Pippo Baudo o del trapianto di Silvio Berlusconi, e che portare gli occhiali da sole anche quando piove non è reato, e nemmeno peccato mortale. Insomma, ad un portalettere la gente chiede serietà e puntualità, cortesia e premura, doti che Samuel Capizzi, ventenne di Gargazzone, in questi due anni di servizio da precario ha ampiamente dimostrato di possedere. E la lampante dimostrazione è la raccolta di firme che in paese non hanno esitato ad avviare dopo aver appreso che il giovane era stato bocciato al recente concorso per la copertura di venti posti di ruolo e soprattutto dopo essere venuti a conoscenza delle motivazioni che hanno portato alla sua esclusione.
 «L’esame sostenuto a novembre era andato bene – spiega Capizzi – ed ero certo di poter entrare in graduatoria per diventare finalmente di ruolo, ero convinto che uno di quei venti posti messi a concorso sarebbe stato mio».
 Una illusione svanita il giorno in cui il giovane si è autorecapitato, ironia della sorte, la raccomandata nella quale gli si comunicava l’esclusione dalla graduatoria finale, senza alcuna motivazione. Solo qualche mese più tardi, dopo aver raccolto alcune voci ed aver indagato presso i suoi superiori, Samuel Capizzi ha appreso i reali motivi della sua esclusione. «Semplicemente perché io sono come sono», dichiara nello sconforto.

 Ma come è Samuel Capizzi? Un ventenne come tanti altri, probabilmente meglio di tanti altri. Sicuramente con una gran voglia di lavorare, sicuramente uno che considera quella del postino come una missione. L’ha ampiamente dimostrato nei due anni in cui ha regolarmente bussato alle porte di tutti i residenti a Gargazzone e dintorni. Professionalità, puntualità e gentilezza le sue doti unanimemente riconosciute. E, dichiarano in paese con una vena di amara ironia, nessuno ha dovuto ingaggiare dobermann o rotweiler per tenerlo alla larga.
 Insomma, la bocciatura del giovane postino sta diventando un caso, la gente a Gargazzone non ci sta e ha deciso di mobilitarsi. È mai possibile, dicono in paese, che con tutti i ritardi e le mancate consegne che contraddistinguono il servizio di Poste italiane, questi si possano permettere il lusso di rinunciare ad un bravo lavoratore solo perché ha la coda di cavallo e gli occhiali da sole? La raccolta di firme è già incominciata.

da ( Alto Adige – La Repubblica )  26 maggio 2008
Annunci

1 commento »

  1. Come ben sappiamo la meritocrazia non esiste in Italia. I cervellli sono costretti ad andare all’estero,ora riusciamo anche far scappare chi fa con cura ed onesta’ il proprio lavoro .Vorra’ dire che ci voglio proprio come loro , bravi parlamentari,praticamente assenti in tutto e per tutto.

    Commento di annuska62 — 30 maggio 2008 @ 16:13 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: