Lettere Al Futuro

31 maggio 2008

” una notizia inaspettata ” racconto di Viviana Segantin

Filed under: SalaLetture — adriano49 @ 21:29

 

UNA NOTIZIA INASPETTATA di V.Segantin

 

Alessandra,o meglio Ale come la chiamavano gli amici, era una ragazza allegra,spigliata,che viveve con gioia piena i suoi diciotto anni. Un caschetto di capelli biondi e lisci,contornava un viso grazioso dal quale spiccavano due occhi azzurri e particolarmente espressivi, che non le permettevano di celare nessun pensiero e nessun sentimento.Per il suo carattere aperto e la sua  personalità un po’ bizzarri in compagnia era sempre la benvoluta:ci sapeva proprio fare con tutti,tanto che era riuscita ad intrappolare persino Luca,lo sfuggevolissimo bello del gruppo. Luca era fermamente contrario a qualsiasi tipo di convezione, di costrizioni di legame. Egli stava sempre bene con la sua ragazza,ma vista la sua naturale indole esibizionista, aveva bisogno dei suoi spazi per potersi mettere inevidenza con persone diverse ed in svariate occasioni. Voleva la sua libertà e lei lo aveva capito; aveva fatto il suo gioco e, proprio non imponendogli regole ed obblighi, era riuscita ad averlo tutto per sèormai gia’ da un anno.L’equilibrio era perfetto,l’accordo implicitamente raggiunto: le cose tra i duesembravano andare per il meglio. Eppure, da qualche giorno, il viso di Ale aveva perso quellarassicurante serenità da cui era stato sempre caratterizzato; quel naturale sorriso gioioso eraimprovvisamente sparito. Qualcosa la preoccupava, un pensiero la assaliva, ma non trovava il coraggio  per rivelare tutto a luca; sapeva che lo avrebbe perso nel momento in cui gli avrebbe detto che aspettava un bambino. Alle cinque in punto come di consueto, sentì un ronzio lontano che, mentre si avvicinava e si si faceva più intenso,la ragazza riconobbe come la moto del suo Luca. Ale sentì un brivido gelido percorrere il suo corpo: gli avrebbe spiegato ogni cosa, non poteva fingere che tutto proseguisse  nella normalità. Due colpi di claxson per annunciarsi, e la porta venne aperta con un’inusuale titubanza, che comunque non venneassolutamente notata dal ragazzo che entrò con due balzi veloci. Ma non appena fu in casa, Luca avvertì un’aria particolarmente tesa che lo infastidì immediatamente; lui non era tipo da grandi misteri e complicati segreti. Ale, superata l’iniziale incertezza, arrivò subito al punto e gli diedela notizia tutta d’un fiato. La reazione purtroppo fu quella prevista: lui restò immobile fissandola senza espressione, quasi paralizzato da una gelata improvvisa che impediva al suo corpo di muoversi,alla sua mente di pensare, ai suoi sentimenti di fuoriuscire:Dopo qualche secondo vissuto un questo stato vegetale Luca venne ‘risvegliato’ da una vampata improvvisa  di calore comunicatasi a tutto il suo corpo, che Ale potè scorgere dall’improvviso rossore apparso sul suo viso. Anche i suoi pensieri sembrarono ‘ scongelati’ visto che fu molto abile e tempestivo nel togliersi d’impaccio: egli annunciò un impegno dimenticato, di importanza quasi vitale, e sene andò congedandosi con un frettoloso  ed alquanto insignificante saluto. Ale sapeva che non l’avrebbe più rivisto;probabilmente lui non l’amava abbastanza e non sarebbe mai stato disposto ad ufficializzare a tal punto il loro legame. L’insoddisfazione e l’amara delusione diedero sfogo ad un pianto disperato, accompagnato da un singhiozzo isterico che sembrava soffocarla.Quel leggero velo di trucco, che aveva accuratamente sfumato sul suo viso era ormai una macchia confusa che le andava a sottolineare ancora maggiormente le profonde occhiaie provocate dal pianto. I suoi pensieri  si accavallavano, le immagini si intrecciavano vorticosamente, nella sua mente,i ricordi si scontravano violentemente con la crudele realtà. In questo turbine di senzazioni, nervosamente si accovacciava su se stessa non capendo ciò che le stava accadendo e sperando che tutto fosse solo un brutto incubo. Poi la spossatezza e lo sfinimento della disperazione la calarono in uno stato di apparente calma. I suoi muscoli si rilassarono ed iniziò ad accarezzarsi dolcemente la pancia: certo, lo avrebbe tenuto! era l’unica parte del suo Luca che nessuno avrebbe potuto toglierle mai;sarebbe stato suo per sempre, gli avrebbe voluto bene,tanto da pareggiare tutto l’amore che non avrebbe potuto dare al suo ragazzo. E tra questi pensieri che si facevano sempre più confusi, subentrò lentamente uno stato di leggerotorpore, che si fece più profondo e la coinvolse in un sonno agitato e spossante interrotto bruscamente  da due colpi di claxson. Quasi automaticamente, come di consueto dopo quel suono, si precipitò alla porta senza ben capire ciò che stava succedendo. Incredula scorse davanti a se’ un enorme mazzo di rose rosse, dietro il quale spuntavano seminascosti due occhioni verdi più dolci che mai: era il suo Luca. ” Per la mammina più bella del mondo” le disse sfiorandole delicatamente il viso sciupato, e sistemandole dietro un orecchio i capelli scomposti ed ancora umidi per le lacrime che li avevano inzuppati.

Viviana Segantin rodigina ” figlia d’arte” (padre scrittore madre creatrice di artistici gioielli),laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne,giornalista e copywriter,da anni scrive racconti e ha partecipato a vari concorsi letterari ricevendone premi e riconoscimenti. Notizie tratte dal libro di A.Masiero –       Per altre notizie dell’autrice V.Segantin  ( http://www.vivianasegantin.it/ )

“AL TOCCO DELLA PAROLA” – Panda Edizioni

Annunci

1 commento »

  1. Saltando qua e là per il web sui link col mio nome sono atterrata in questo racconto! Sinceramente non ricordavo nemmeno di averlo scritto, ma ora che l’ho scorso velocemente l’ho riconosciuto. E’ una mia creatura! Credo che risalga a molti anni fa però. In ogni caso….Carramba che sorpresa! 🙂

    Commento di Viviana Segantin — 4 giugno 2008 @ 17:28 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: