Lettere Al Futuro

1 giugno 2008

“The Voice of the Master” – Kahlil Gibran

Filed under: 1 — adriano49 @ 09:46

 

E accadde che un giorno il Discepolo vide il Maestro passeggiare, in silenzio
su e giù nel giardino, e segni di profondo dolore si mostravano sul suo pallido
volto. Il Discepolo salutò il Maestro nel nome di Allah, e gli domandò
quale fosse la causa di quel suo dolente aspetto.
Il Maestro fece un cenno, insieme al gruppo dei fedeli,
e invitò il Discepolo a sedersi sulla roccia presso la peschiera.
E il Discepolo così fece, ansioso di ascoltare il racconto del Maestro.

La voce del Maestro

La vita è un’isola in un oceano di solitudine: 
le sue scogliere sono le speranze, i suoi alberi sono i sogni, 
i suoi fiori sono la vita solitaria, i suoi ruscelli sono la sete.
La vostra vita, uomini, miei simili, è un’isola,
distaccata da ogni altra isola e regione. 
Non importa quante siano le navi 
che lasciano le vostre spiagge per altri climi, 
non importa quante siano le flotte 
che toccano le vostre coste: rimanete isole, 
ognuna per proprio conto, 
a soffrire le trafitture della solitudine 
e sospirare la felicità. 
Siete sconosciuti agli altri uomini 
e lontani dalla loro comprensione 

 

 

 

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.