Lettere Al Futuro

13 giugno 2008

“Salute donna”: «Oltre a sconfiggere la malattia è anche possibile uscirne più forti»

Filed under: 1 — adriano49 @ 07:07

Il tumore al seno colpisce tra 500 e 600 donne trevigiane ogni anno: tanti sono i nuovi casi registrati nella nostra provincia. Uno dei dati più alti del Veneto dove si calcola che la patologia coinvolga almeno 40 mila persone con un’incidenza tra le più elevate del mondo. Secondo gli esperti ciò è dovuto allo stile di vita, ai fattori di inquinamento ambientale ma anche alle massicce campagne di screening che portano alla luce un fenomeno sommerso non più ignorabile, dal momento che una donna su 9 deve farne i conti, nel corso della sua esistenza. La malattia, però, per quanto terribile, può rivelarsi un motore rivoluzionario senza pari, in grado di travolgere e stravolgere la vita. Non sempre lasciando strascichi negativi.

Il tumore si può combattere e vincere ritrovandosi alla fine rafforzati. Lo dimostrano persone come Annamaria Mancuso, presidente dell’associazione “Salute Donna” che ieri mattina ha presentato in una conferenza a Palazzo Rinaldi il manifesto “Breast friends for life”: amiche di seno per la vita; una campagna internazionale attuata in 19 paesi del mondo, con il sostegno di Roche, per ribadire che “il tumore al seno può essere sconfitto attraverso informazione, diagnosi precoce, adesione alla terapia, supporto pratico e psicologico.

“Il nostro obiettivo – spiega Mancuso – è quello di raccogliere ento l’anno almeno 10 mila firme in tutta Italia”. Parlamentari, attrici, scienziate, imprenditrici hanno già aderito al manifesto che sta girando l’Italia insieme ad una intensa mostra fotografica: nel capolugoo della Marca si può ammirare fino a domenica 15 giugno in piazza Indipendenza. Ritratte dal fotografo Rankin oltre 50 donne famose tra cui Deborah Compagnoni, Marina Salamon, Margherita Buy posano insieme ad amiche, sorelle o madri operate al seno. Anche la stilista Laura Biagiotti ha aderito donando una maglietta con il logo della campagna che a Treviso ha trovato sostegno, tra gli altri, nell’Associazione donne medico, Lega contro i tumori, Advar, Movimento casalinghe, Usl 9.

La provincia di Treviso risulta all’avanguardia sia sul fronte sanitario sia nel volontariato e l’adesione agli screening mammografici è tra i più alti d’Italia, mentre il Centro senologico diretto da Laura Dapporto funge da riferimento importante per centinaia di donne. Ora l’obiettivo consiste nel fare un passo in più nella tutela della donna rivoluzionando l’organizzazione e istituendo la “Breast unity”: un centro di riferimento a 360 gradi che eviti i disagi di spostamento per la donna colpita da tumore al seno facendo al contrario ruotare tutto intorno a lei. Un progetto di cui discuteranno a breve i dirigenti dell’Usl 9. L’assistenza del resto non può esulare da più ambiti compreso quello psicologico. Lo ha sottolineato il nuovo primario di Oncologia dell’Ospedale Ca’ Foncello, precisando che l’obiettivo consiste nell’accogliere il malato “in quanto persona”, con i suoi dubbi, le sue speranze, le paure.

Laura  Simeoni  ( Il Gazzettino – cronaca di Treviso del 12/06/2008 )

Linfomi al seno, esperimento Sant’Anna – Torino

 

 Sono 3800 ogni anno le donne piemontesi che si ammalano di tumore al seno: circa 800 non sopravvivono, e fra le altre c’è un rischio del 20% che il male possa ripresentarsi nei cinque anni dopo l’intervento chirurgico. Ridurre la probabilità di recidiva agendo con un farmaco, la metformina, sulle alterazioni del metabolismo, che raddoppiano le probabilità che il tumore si ripresenti, è lo scopo del nuovo studio del dipartimento di Ginecologia endocrinologica del Sant’Anna: le donne operate di tumore al seno possono scoprire con un semplice esame del sangue quanto sono esposte al ripresentarsi del male, e decidere di seguire gratuitamente la terapia. La metformina agisce sulle alterazioni del metabolismo – dovute, fra l’altro, a uno stile di vita sedentario e ad un’alimentazione troppo ricca di zuccheri e grassi – che sono segnalate da un livello alto di testosterone nel sangue, e quindi rilevabili con un semplice prelievo.
Alla terapia hanno già preso parte 40 donne; i ricercatori del Sant’Anna ne cercano altre 210, residenti nel Torinese, ad almeno 6 mesi dall’intervento. Alla Ginecologia endocrinologica del Sant’Anna (011/3131650) si può prenotare un esame del testosterone nel sangue, e capire quanto si è a rischio.

 

di Irene Soave – ( Leggo ondine – cronaca di Torino )

 

 

 

 

Annunci

11 commenti »

  1. Hey! This is my first visit to your blog! We are a collection of volunteers and
    starting a new project in a community in the same niche.
    Your blog provided us valuable information to work on. You
    have done a extraordinary job!

    Commento di Rechtsanwalte Polen — 10 dicembre 2012 @ 05:58 | Rispondi

  2. Greetings! I know this is kind of off topic but I was wondering if you knew where I could find a captcha plugin for my comment form?
    I’m using the same blog platform as yours and I’m having
    difficulty finding one? Thanks a lot!

    Commento di freeonlinegames — 13 gennaio 2013 @ 07:54 | Rispondi

  3. I’m amazed, I must say. Rarely do I encounter a blog that’s both equally educative and amusing, and let me tell you, you have hit the nail
    on the head. The problem is something not enough people are speaking intelligently about.
    Now i’m very happy that I came across this in my search for something relating to this.

    Commento di www.domaintools.com — 5 marzo 2013 @ 01:42 | Rispondi

  4. Hey there, You have done an incredible job.
    I will definitely digg it and personally suggest to my friends.
    I am confident they’ll be benefited from this web site.

    Commento di employee stock options tax rate — 3 aprile 2013 @ 23:47 | Rispondi

  5. Do you have a spam issue on this blog; I also am a blogger, and I was wondering your situation; many of us have developed
    some nice methods and we are looking to exchange techniques with other folks, please shoot me an
    email if interested.

    Commento di http://kazazielona.bravesites.com/ — 15 giugno 2013 @ 04:46 | Rispondi

  6. I drop a leave a response whenever I appreciate a article on a site
    or if I have something to contribute to the conversation.
    Usually it is triggered by the fire communicated in the article
    I browsed. And on this post “Salute donna: «Oltre a sconfiggere la malattia è anche possibile uscirne più forti» | Lettere Al
    Futuro. I was actually moved enough to post a thought
    😛 I do have some questions for you if you don’t mind. Is it just me or does it look as if like some of these remarks appear like written by brain dead people? 😛 And, if you are posting at other online social sites, I would like to follow you. Could you list the complete urls of all your public pages like your Facebook page, twitter feed, or linkedin profile?

    Commento di www.marina-star.com — 27 giugno 2013 @ 20:08 | Rispondi

  7. Pretty section of content. I just stumbled upon your weblog and in accession capital to assert that I acquire in fact enjoyed account your blog posts.
    Anyway I’ll be subscribing to your augment and even I achievement you access consistently quickly.

    Commento di http://civilitec.com — 29 giugno 2013 @ 21:38 | Rispondi

  8. Hello friends, good article and fastidious urging commented
    at this place, I am in fact enjoying by these.

    Commento di Regina — 18 luglio 2013 @ 02:31 | Rispondi

  9. Thanks for any other informative site. Where else may just I get that kind of information written in such
    an ideal method? I have a undertaking that I’m simply now working on, and I’ve been on the glance out for such info.

    Commento di Leticia — 25 luglio 2013 @ 23:46 | Rispondi

  10. I think that what you composed was very reasonable.
    However, what about this? what if you were to write
    a killer headline? I am not suggesting your content is not solid, however
    what if you added something that makes people want
    more? I mean “Salute donna: «Oltre a sconfiggere la malattia
    è anche possibile uscirne più forti» | Lettere Al Futuro is
    kinda vanilla. You might peek at Yahoo’s home page and watch how they write post headlines to get viewers to click. You might add a video or a related picture or two to get people interested about everything’ve got to
    say. Just my opinion, it would make your posts a little bit
    more interesting.

    Commento di kamerki na zywo — 2 agosto 2013 @ 06:48 | Rispondi

  11. After looking at a number of the blog articles on your website, I honestly appreciate your technique of blogging.
    I saved it to my bookmark website list and will be checking back soon. Please visit my website too
    and tell me your opinion.

    Commento di Fernando — 15 agosto 2014 @ 17:12 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: