Lettere Al Futuro

15 giugno 2008

” Genitori ko agli scrutini ” con la reintroduzione dei debiti da “recuperare” entro l’estate, pena la bocciatura

Filed under: PuntoD'Incontro — adriano49 @ 10:27

 

15giugno

Tanti over 40 vicentini che all’epoca

credevano di avere dato un taglio secco non solo

ai brufoli e alle insonnie d’amore, ma anche ai

patemi derivati da scrutini ed esami a settembre,

si sono dovuti ricredere. La reintroduzione

dei debiti da “recuperare” entro l’estate, pena

la bocciatura, ha provocato un coinvolgimento

più diretto e brutale dei genitori nei casi dei loro figli.

Fino all’anno scorso una procedura speciale riguardava

solo i bocciati, che in teoria andavano informati via

lettera prima dell’esposizione dei quadri (encomiabile quella

di cui si dà notizia in questa stessa pagina, scritta dal preside

dell’istituto Rossi). Adesso, visto che ai respinti si aggiungono

i neo-rimandati, la comunicazione dovuta per legge implica

nuovi problemi di comunicazione, che ogni scuola affronta a

suo modo. Questo spiega ad esempio le migliaia di padri e

madri convocati ieri mattina all’istituto Boscardin, dove, dopo

code angoscianti, ognuno apprendeva della sorte riservata

al proprio erede. Ma dà ragione anche delle lettere inviate

casa per casa ai genitori di un altro istituto, e del “rinvio in

segreteria” escogitato per quanti, al posto dei voti, vedevano

una lunga striscia bianca con accanto la dicitura

“sospeso”. L’aggiornato ritorno all’antico voluto

dal ministro Fioroni prevede infatti che sia

l’intero consiglio di classe a rimandare il giudizio

globale sull’alunno, anche se deve recuperare

una sola materia con il 5.

Per molti ex scolari è stato uno choc. Non si

trattava solo di percorrere trent’anni dopo il

tragitto casa-scuola con l’identica bocca impastata

di allora ma, una volta giunti davanti ai

quadri, anche di preparare con orrore il proprio

dito a scorrere in verticale e orizzontale le righe del quadro di

classe, fino a trovare la temuta “sentenza”. Alla fine per qualcuno

il coinvolgimento è stato così traumatico che non sapeva

se chiamare al telefono il proprio figlio, oppure la propria

mamma, con cui giustificarsi del 4 rimediato in latino.

Voto altissimo rimedia invece il Cabernet Sauvignon di Fuedo

Principi di Butera. Il rosso prodotto nella tenuta siciliana

della famiglia Zonin vince il Premio Internazionale del Vino

2008 assegnato dall’Associazione Italiana Sommelier per il

miglior rapporto qualità-prezzi

da ” Il Gazzettino ” cronaca di Vicenza di dom. 15/06/2008

 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: