Lettere Al Futuro

23 giugno 2008

Il disgelo

Filed under: Poesie — mt70 @ 21:06

Pensavo che il gelo durasse per sempre: cosa avrebbe potuto cambiare la nivea perfetta distesa?

Qui il silenzio regna immutato ed immutabile, ed ogni candido giorno è uguale a se stesso, bianco ed abbagliante, tagliente ed algido.

Il ghiaccio copre ogni cosa con misericordia, smussa le asperità, colma i vuoti, nasconde le brutture.

E’ difficile riconoscere le linee della terra, impossibile per chi non ha mai visto prima questo luogo.

Chi osserva è ammmirato ed ammaliato e respinto ed atterito dallo spettacolo del freddo che non concede nulla alla vita.

Eppure è finito, il gelo è finito, nonostante le mie convinzioni.

L’acqua ha cominciato a scorrere sotterranea, lontana da i miei sguardi.

Forse avrei tentato di fermarla se l’avessi vista, forse no…certamente non ci sarei comunque riuscita.

Prima poche gocce, poi timidi rivoli, infine, quando ormai tutti potevano vedere, allegri ruscelli.

Il silenzio ha lasciato il posto al canto dell’acqua.

Ora tutto è allo scoperto, la terra, i crepacci, le asperità, in maniera esplicita, impudica, eppure vitale ed accattivante.

Sono sorpresa, è avvenuto tutto senza che io lo volessi, ora tutto cambierà, e non posso che guardare mentre accade.

Un pò di sole mi riscalda il viso, dovrò lavorare per questo giardino.

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.