Lettere Al Futuro

3 luglio 2008

Al mio vecchio bambino cresciuto

Filed under: Canzoni,giovani,Lettere — rossaurashani @ 16:52

5 luglio 2008

Caro Marco,

sono passati 24 anni dal giorno che entrata in ospedale, ho cercato di dare il meglio di me, con difficoltà s’intende, ma ci sono riuscita sei nato tu.

Quello che è stata la mia vita dopo è un’avventura da raccontare, ma forse non riuscirò a raccontarla mai, un pò per pudore e un pò per troppa emozione. Però tu sei qui, e questo è tutto quello che importa. Lo so che le mamme guardano i loro figli e credono di avere dei gioielli, ma io non sono Cornelia e tu non sei un Gracco, sei un ragazzo normale, oddio… non proprio elegante, non proprio bello, non proprio ordinato, un pò fuori forma, ma dalla vita non si può avere tutto 😉 .

Quello che sei lo so solo io che da sempre ti guardo, spiando dalla porta socchiusa della tua vita. Rido con te, piango con te, tremo con te, amo con te… ma sono la tua mamma e non te lo posso dire.

Ti chiederai perchè questa musica e perchè questo video…. o forse non te lo chiedi affatto, accetti di me anche le piccole stranezze che mi contraddistinguono, o forse dentro di te sai e conosci la ragione di un discorso che fra di noi non si è mai interrotto anche nel silenzio, anche nella lontananza, anche nella perdita.

L’Irlanda e l’amore che ci lega a questo paese, il tempo passato e le speranze per il futuro…. goditi questa musica, goditi i tuoi anni migliori, non fermarti di fronte agli ostacoli, ma conduci con te tutto quello che vale ed è importante, segui la tua strada e non disperare, il tempo è dalla tua parte, la forza, mio piccolo jedi, è con te, è dentro di te……

Io sono la tua mamma orgogliosa, la tua colonna, il tuo bastone a doppio uso se mai servirà, la tua voce se mai ti mancherà, il tuo coraggio se mai verrà a meno, sono la tua casa, il tuo ritorno, il focolare, la tua radice, la tua acqua e il tuo fuoco, la tua medicina, la tua speranza, la tua maestrina, il tuo carabiniere, sono tutte le cose che lasci ed io raccolgo, sono la tua soffitta, i tuoi ricordi antichi,  la tua memoria, sono il calore e l’amore per sempre (finchè vivrò e oltre), mi troverai nei vecchi dischi, in tanti discorsi, nei rimproveri che farai ai tuoi figli, nelle carezze che darai e nei baci che dispenserai con il tuo fare gentile…. sarò il tuo nido ma anche il tuo uragano quando saprai di trovarti di fronte all’ingiustizia e di non poterla sopportare, sarò il tuo giudice , lo stimolo, la condanna e il perdono, avrò grandi braccia per stringerti anche se non lo farò quasi mai.

Credo di averti consegnato il testimone e di sapere che è in buone mani, so che sei generoso, delicato, gentile ed affettuoso, so che ami la giustizia e non ti bastano le risposte “qualunque“, so che hai una testa dura, ma che funziona alla perfezione, non farti cambiare dalla vita, anzi come dice Vasco “cambiala tu” se puoi. Io ti sarò vicino anche se non mi vedrai……. solo quanto basta, solo per quel che serve.

Auguri piccoletto, ma come dice la pubblicità, ricorda: solo io posso chiamarti così….

Mamma

Annunci

Blog su WordPress.com.