Lettere Al Futuro

18 luglio 2008

pensieri sparsi di una neo 44enne

Filed under: Lettere — marisadalfonso @ 11:13

Poche ore fa ho compiuto 44 anni.

Stamattina sul presto mia madre mi ha telefonato per ricordarmi che 44 anni fa un donnone saliva sulla sua pancia per aiutarla a partorire una bambina di 4 kg e mezzo (negli ospedali del centro si usava così…).

Accidenti, è una cifra importante. 24 anni fa avevo 20 anni  e di colpo ho più che raddoppiato, se mi guardo indietro sembra un soffio!

Eppure ne sono successe di cose che ricordo, Tito Stagno che annunciava l’uomo sulla luna,  l’austerity, il ’77, i cartoni animati giapponesi, le lucciole nel mio giardino, il sequestro Moro, il terrorismo e gli attentati, il crollo del muro di Berlino, la caduta della DC, tangentopoli, il diritto all’aborto e al divorzio, il rampantismo anni 90, la Thatcher, le guerre del Golfo, l’Europa Unita, l’euro, il computer, i telefoni cellulari, internet…

Ne avrò da raccontare a degli ipotetici nipoti!

Stendo un velo pietoso sul mio privato, lo specchio mi rimanda un’immagine in cui non mi riconosco, la mattina mi sveglio con degli strani dolori alla schiena che ignoro volutamente, nella cerchia dei miei conoscenti cominciano ad essere numerosi quelli che sono partiti per sempre.

Ma ricordo come se fosse ieri i picchettaggi davanti al liceo, le assemblee divise tra i fasci e quelli di lotta continua,  l’impegno politico assunto troppo presto, il rifiuto nei confronti della sonnacchiosa provincia centro-meridionale e il trasferimento verso una vivacissima città del nord, il rientro dopo vent’anni per scoprire che niente è cambiato eppure tutto sembra così diverso, ritrovando molti  vecchi compagni che si sono spostati a destra, altri che invece hanno aderito al PD e che oggi sono più o meno in carcere per sanitapoli, quei pochi che continuano a combattere e con cui mi sono ritrovata naturalmente fino a un po’ di tempo fa: il disimpegno  sta sopraggiungendo perchè è umano che dopo tanti anni o si entri nel sistema oppure si possa diventare cinici e disincantati.

Intanto ci sono i miei pupi, nati per ottimismo. Spero che la loro generazione riesca ad essere più sensibile, farò del mio meglio: ieri sera ho ricevuto in regalo una bicicletta e abbiamo ripercorso le strade che facevo da bambina, è stato bellissimo e struggente, sono tornata piccola assieme loro, mancavano solo le lucciole.  Ricomincio da 44…

Annunci

Blog su WordPress.com.