Lettere Al Futuro

23 ottobre 2008

ESPERIENZA PILOTA :sarà esteso a tutta la scuola il tesserino magnetico che segnala assenze e ritardi

Filed under: DemocraziaAlFuturo — adriano49 @ 13:55

 

Verrà esteso a giorni, a tutti gli studenti del liceo Copernico

di Udine, il tesserino magnetico per entrare a scuola. La

sperimentazione del nuovo strumento informatico per registrare

le presenze e le assenze degli studenti era partita, tra non poche

polemiche preventive, lo scorso 6 ottobre, dopo il via libera

decretato dal collegio docenti. A “testare” il badge magnetico

sono state dapprima tre sole classi, per arrivare ora a tre intere

sezioni, per un totale di quindici classi. In meno di venti giorni di

sperimentazione pare che il sistema di registrazione delle presenze

attraverso il lettore magnetico, al posto del tradizionale

appello con annotazione nel “vecchio” registro di classe, abbia

funzionato regolarmente senza intoppi. Tanto da spingere la

scuola ad estendere in tempi da record la sperimentazione all’intero

istituto. A darne notizia è lo stesso dirigente scolastico,

Andrea Carletti. «Dopo aver messo a punto dei piccoli aggiustamenti

del sistema, che ad esempio non rilevava correttamente

alcuni nominativi, abbiamo rilevato proprio in questi giorni come

il tutto funzioni per il meglio – dichiara Carletti -. Pertanto a

giorni porteremo la novità su tutto il novero degli studenti.

Finora non si sono mai verificati intasamenti per la lettura dei

tesserini; non credo ci saranno neanche in futuro, ma eventualmente

saremo disposti anche a dotarci di un lettore aggiuntivo».

Gli stessi studenti che hanno preso parte alla sperimentazione

concordano: al momento tutto è andato per il verso giusto. Anche

grazie all’elasticità temporale della rilevazione delle presenze:

fino alle 8.07 del mattino, ovvero due minuti dopo l’orario fissato

per il suono della campanella, il lettore non registra alcun ritardo

a carico degli allievi. Ma le posizioni dei diretti interessati nei

confronti dei “totem”, come chiamano in gergo i lettori ottici,

rimangono contrastanti. Alcuni non esprimono un giudizio pro o

contro il nuovo sistema fino a che non entrerà in vigore in tutta la

scuola. Altri, invece, sono molto più scettici e temono ingorghi

davanti ai totem quando tutte le classi passeranno al “badge” di

nuova generazione. Nonostante i chiarimenti sul reale costo

dell’operazione, molto inferiore alle cifre astronomiche circolate,

alcuni ragazzi continuano a mettere in discussione l’opportunità

di tale spesa. E ritengono che sarebbe stato preferibile

impiegare la somma di denaro per altri scopi più urgenti. C’è

anche chi dubita fortemente sulla buona riuscita della sperimentazione,

in atto in oltre un centinaio di scuole italiane, fondandosi

sul fallimento di un simile esperimento, di registro

ottico, condotto lo scorso anno sul corpo docente.

Elena Viotto  ( da “ Il Gazzettino “ cronaca del Friuli del 23/10/2008 )

Annunci

1 commento »

  1. Bah!!! Dire che costa meno di quello che si pensava non dice niente, magari invece del totem se avessero dotato le aule di computer oppure lettori dvd ecc. la cosa mi sarebbe sembrata più utile. Farlo per un controllo, mi pare proprio una grande str……, ma tutti devono lavorare… anche i programmatori di badge e totem 🙂

    Commento di rossaura — 23 ottobre 2008 @ 22:04 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: