Lettere Al Futuro

14 febbraio 2009

Pensieri.

Filed under: PuntoD'Incontro — mt70 @ 09:03

Certe giornate iniziano in un modo e poi, senza un perchè, ti ritrovi a leccarti le ferite, e a scoprire che a metterci il dito sopra i lividi fanno ancora male, e anche tanto.

E allora pensi che l’armatura che vedi quando ti guardi allo specchio è di carta stagnola, e ti guardi con un sorriso beffardo, senza pietà.  Combatti con una lancia spuntata, e ti rimane solo la voglia di comprendere chi è come te. Tutti fuggono il dolore, non esistono eroi.

Annunci

4 commenti »

  1. Ci sono giorni poi in cui invece scopri che lancia è affilatissima e nonostante l’armatura di stagnola sei capace di affrontare e vivere la vita e le ferite che essa ti infligge..
    Sei una gran donna Maria Teresa, non lasciarti sopraffare dal ricordo del dolore e pensa invece a quanto sei sempre capace di dare: prova a chiedere e ti accorgerai di quanti sorrisi carichi d’amore ti torneranno indietro!
    Ti voglio bene, Lisa

    Commento di lisa72 — 14 febbraio 2009 @ 10:41 | Rispondi

  2. Cara piccola MT la vita offende spesso, ma dà anche cose buone, anche se non riesco a capire mai chi supera cosa. Se è più bene o più dolore. Malgrado tutto, come sai bene, la vita è vita con tutto quello che comporta e vale sempre la pensa di viverla.
    Anch’io oggi mi sono leccata ferite, alcune molto antiche, mai chiuse, ma ormai ho abbandonato le corazze che non servivano più ad arrestare i colpi e accetto i colpi, almeno ora so che sono più viva.

    Un abbraccio alla mia sorellina di penna,
    Ross

    Commento di rossaura — 16 febbraio 2009 @ 00:24 | Rispondi

  3. Ci sono dei giorni, che la tua corazza di stagnola non riesce a proteggerti, vorresti essere sempre invulnerabile, ma nonsempre è possibile.
    Purtroppo con il tempo, la stagnola diventa titanio, e con l’età riesci a utilizzare meglio la tua armatura. Per fortuna noi donne abituate da secoli di mazzate, sappiamo rinascere come l’Araba Fenice.
    Forza MT, non serve essere eroi, basta essere donne e crederci.
    Ub bacio, e se ti serve ti invio un pò di titanio.

    Commento di annuska62 — 16 febbraio 2009 @ 23:26 | Rispondi

  4. Gli eroi e le eroine non esistono, hai ragione.
    Se c’è una frase che odio (ed uso volutamente questo termine forte) è sentirmi dire..TU sei una donna forte, ce la farai.
    Ma dove sta scritto che ce la dobbiamo sempre fare?
    In quale libro del destino sono stampate e fuoco parole che ci descrivono come “forti”, “corazzate”, “indistruttibili”.

    Poi le giornate come quella di cui parli, cara Maria Teresa, passano, la quotidianeità riprende il suo sopravvento, ma (almeno per me) qualcosa di amaro in bocca lo lascia sempre.

    Si capisce che è un periodo un po’ così? Forse avrei dovuto scriverti altro, parole più dolci, parole più morbide, ma l’amicizia è essere cioè che si è. Senza armature 🙂
    Un bacione, Audrey

    Commento di Audrey — 18 febbraio 2009 @ 13:22 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: