Lettere Al Futuro

23 aprile 2009

La costruzione di un amore

Filed under: Canzoni — annuska62 @ 20:05

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane
La costruzione
di un amore
non ripaga del dolore
è come un altare di sabbia
in riva al mare
La costruzione del mio amore
mi piace guardarla salire
come un grattacielo di cento piani
o come un girasole
Ed io ci metto l’esperienza
come su un albero di Natale
come un regalo ad una sposa
un qualcosa che sta li
e che non fa male
E ad ogni piano c’è un sorriso
per ogni inverno da passare
ad ogni piano un Paradiso
da consumare
Dietro una porta un po’ d’amore
per quando non ci sarà tempo di fare l’amore
per quando vorrai buttare via
la mia sola fotografia
Ma intanto guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dietro l’orizzonte

ci fosse ancora cielo

Sono io sono qui
mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io

lo specchio alla mia faccia
Sono io che guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo
E tutto ciò mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso
E la fortuna di un amore
come lo so che può cambiare
dopo si dice l’ho fatto per fare
ma era per non morire
Si dice che bello tornare alla vita
che mi era sembrata finita
che bello tornare a vedere
e quel che è peggio è che è tutto vero
perché
La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane
La costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un altare di sabbia
in riva al mare
Ma intanto guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dietro l’orizzonte
ci fosse ancora cielo
E sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio alla mia faccia
Sono io che guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo tanto amore

bastasse ancora il cielo
E tutto ciò mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

Si
E tutto ciò mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso
Si

Annunci

22 aprile 2009

A chi sta vivendo un “vecchio nuovo” AMORE

Filed under: Canzoni — annuska62 @ 22:10

A volte un incontro, un giro in moto, possono cambiarti la vita, ma non pensavo che solo una  semplice frase “Sei tu?” buttata li su un post potesse in così breve tempo far tornare alla luce un amore mai assopito, un amore che vale la pena  di essere vissuto.

A queste persone voglio dedicare   “l’amore è una metamorfosi”

p.s.Non me ne abbiano i due amanti , se la musica non e’ quella che ascoltavano negli anni ’60, ma noi , negli anni di piombo, abbiamo preferito affidarci alle parole per poter evadere un po’.

17 aprile 2009

NON PARLATE PIU’ …….

Filed under: Canzoni — annuska62 @ 00:02

Non pensavo di ascoltare dopo 30 anni questa canzone e trovarla così oscenamente attuale .

Sembra impossibile  la storia perde qualsiasi significato pedagogico se  si continuano a riproporre sagome senza spessore e senza valore.

Non ci rimane altro, che sperare nel ….

                                                                                                           SILENZIO 

Uomini non parlate più
uomini santi
martiti stanchi
lasciate i banchi
vittime serie
senza miserie
andate in ferie
non parlate più
forse è buono
il sapore del vostro dolore
chi vi salverà
senza un cuore d’argento
si sa che la grazia non c’e’
uomini astanti
la vostra icona
non e’ più buona
uomini eroi
la vostra gloria
succhia la storia
non parlate più
l’egoismo e’ rinchiuso nel  vostro podere
l’eden non c’e’ più
le medaglie le vendono
anche alle fiere
uomini forti
il vostro terrore
non ha colore
fini diversi
scopi perversi
vi siete persi
non parlate più
riprendente il bastone
del grasso padrone
vedo delle spranghe
sento puzza di forza
di vecchie mutande
RICKY GIANCO – Uomini non parlate più – 1978 – Ultima spiaggia

 

 

 

1 aprile 2009

TALKING ABOUT A REVOLUTION…….

Filed under: giovani — annuska62 @ 22:37

Post di Biri

Un caro amico oggi mi ha dedicato un post bellissmo, ballerina

Io,  per ringraziarlo voglio  PARLARGLI DI RIVOLUZIONE e dei mie sogni.

165540731

“Fu proprio quel giorno, il 15 maggio che il mondo cambiò.

La rivolta per creare un mondo migliore si sviluppò in tutte le città, nei paesi , in tutti i continenti.

La terra era in rivoluzione

Gli ambientalisti ed i biologi furono i primi a protestare contro la continua distruzione dell’ambiente e lo spreco delle risorse natuali.

Ben presto tutta la popolazione mondiale li seguì.

Molti stormi di uccelli vollero ringraziare il popolo con acrobazie aeree.

u1613454411

La fauna si riprese il suo territorio e tornò a vivere libera.

La flora diventò più rigogliosa e dono’ nuovo ossigeno al pianeta.

Tutto il mondo ricominciò a sorridere.

Finalmente gli umani capirono l’importanza della vita ,  il rispetto per la  terra, ed i suoi esseri viventi.

Cercarono di trovare soluzioni per creare nuove risorse  illimitate,  rispettando la natura, e creando nuovi habitat per la flora e la fauna e ripulendo il mondo intero dall’inquinamento.

E fu proprio da quel giorno che IL MONDO DIVENNE UN POSTO MIGLIORE.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.