Lettere Al Futuro

18 giugno 2009

Gli Indifferenti

Filed under: DemocraziaAlFuturo — annuska62 @ 23:34

Michele accese il televisore,  ascoltò noncurante le notizie che si ripetevano sempre uguali, ad ogni telegiornale , nulla di lui sembrava vivo.

Un video attrasse per un attimo la sua attenzione, un ragazzo rumeno era stato ucciso davanti alla stazione , per errore si era trovato in mezzo  ad una sparatoria di camorra, centinaia di persone avevano  assistito alla scena , ma nessuno aveva prestato soccorso, ne a lui, ne alla moglie disperata.

Come era possibile essere caduti così in basso?

Per un attimo la sua mente si disperse nel lontano ricordo di un paese vivo che reagiva indignato ad ogni  singola tragedia. Portava con sé ancora il ricordo indelebile  del Vajont, del terremoto del Belice, del Friuli, delle stragi di stato, delle stragi di mafia, delle stragi di camorra, di quando le B.R. attaccarono il cuore dello Stato con l’omicidio Moro, ricordava i funerali di Berlinguer, di Falcone e  Borsellino.

Ricordò vite spezzate  ed il ricordo di un dolore insopportabile, lo sommerse.

Dov’era finito tutto quel dolore?

Fu solo un attimo, cambiò canale, il “ Grande Fratello” stava per iniziare ed il ricordo nella sua mente svanì velocemente.

……  Parve a Michele di trovare in queste parole la sua definitiva condanna:  “Non ho fatto nulla “ si ripeté  con stupore,  ché  gli  pareva di essere invecchiato,  di aver molto vissuto in quel solo giorno: “è vero …. non ho fatto  nulla …. nient’altro che pensare”…..ecco il mio errore

Gli indifferenti – Alberto Moravia

 

 

 

“Ma adesso che viene la sera ed il buio,

mi toglie il dolore dagli occhi

e scivola il sole ad di la delle dune

a violentare altre notti

Io, nel vedere quest’uomo che muore,

madre, io provo dolore,

nella pietà  che non cede al rancore,

madre ho imparato l’amore .”

Annunci

3 commenti »

  1. Come il mio omonimo anch’io provo da sempre uno strano senso, più che di indifferenza, proprio di impotenza.
    Michele

    Commento di Mario — 19 giugno 2009 @ 12:08 | Rispondi

  2. Indifferenti, intolleranti ed impermeabili ai sentimenti…. con questi uomini viviamo e contro di esse combattiamo. Non è possibile essere indifferenti di fronte alla morte delle libertà e a quella dei sentimenti. Non è possibile fingere di non vedere la faccia di un uomo che muore.
    Ross

    Commento di rossaura — 26 giugno 2009 @ 09:25 | Rispondi

  3. Come al solito, purtroppo hai colpito in pieno.

    p.s.
    Hai citato uno dei libri (e una delle canzoni)che ho maggiormente letto e riletto nella mia adolescenza…!!!

    Commento di marisa — 26 giugno 2009 @ 11:41 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: