Lettere Al Futuro

23 settembre 2009

….a volte non é semplice ricordare, a volte non è semplice dedicare

Filed under: Poesie — annuska62 @ 22:25

Non avevo voglia di scrivere  oggi, poi aprendo questo blog ho visto il sorriso di Rosanna e mi ha dato la forza di vincere ogni mia angoscia.

Ross ci ha parlato di una cara amica che sta combattendo per continuare a vivere,  mentre io volevo ricordare la morte di un grandissimo poeta,

Pablo Neruda .

Un uomo che mi fece amare la poesia, che mi stregò con le sue parole e che mi incatenò all’America Latina per sempre.

Per questo in questa serata di ricordi e speranze, lo voglio ricordare con una poesia, parole che dedico con affetto anche a Rosanna.

Me gustas cuando callas….

Me gustas cuando callas porque estàs como ausente,

y me oyes desde lejos, y mi voz no te toca.

Parece que los ojos se te hubieran volado

 y parece que un beso te cerrara la boca.

 

Como todas las cosas estan llenas de mi alma

emerges de la cosas, llena de alma mìa.

Mariposa de sueno, te pareces a mi alma,

y te pareces a la palabra melancolìa.

 

Me gustas cuando callas y estàs como distante.

Y estàs como quejàndote, mariposa en arrullo.

Y me oyes desde lejos, y mi voz no te alcanza:

Dèjame que me  calle con el silencio tuyo.

 

Dèjame que me  calle hable también con tu silencio

claro como una làmpara, simple come un anillo.

Eres como la noche, callada y constelada.

Tu silencio es de estrella, tan lejano y sencillo.

 

Me gustas cuando callas porque estàs como ausente.

Distante y dolorosa como si hubieras muerto.

Una palabra entonces, una sonrisa bastan.

Y estoy alegre, alegre de que no sea cierto.

 

Mi piaci silenziosa…….

Mi piaci silenziosa, perche’ sei come assente,

mi senti da lontano e la mia voce non ti tocca.

Par quasi che i tuoi occhi siano volati via

ed è come se un bacio ti chiudesse la bocca.

 

Tutte le cose sono colme della mia anima

e tu da loro emergi, colma d’anima mia.

Farfalla di sogno, assomigli alla mia anima

ed assomigli alla parola malinconia.

 

Mi piaci silenziosa, quando sembri distante.

E sembri lamentarti, tubante farfalla.

E mi senti da lontano e la mia voce non ti arriva:

lascia che il tuo silenzio sia il mio silenzio stesso.

 

Lascia che il tuo silenzio sia anche il mio parlarti,

lucido come fiamma, semplice come anello.

Tu sei come la nottte, taciturna e stellata.

Di stella è il tuo silenzio, così lontano e semplice.

 

Mi piaci silenziosa perche’ sei come assente.

Distante e dolorosa come se fossi morta.

Basta allora un sorriso, una parola basta.

E sono lieto, lieto che questo non sia vero.

Annunci

1 commento »

  1. Una poesia dolcissima. Un linguaggio melodioso. So che Rosanna apprezzerebbe. So che si sveglierà per un sorriso e per una parola. E noi sapremo che che tutto questo non è che un brutto sogno.
    Grazie
    Ross

    Commento di rossaura — 24 settembre 2009 @ 09:37 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: