Lettere Al Futuro

25 novembre 2009

Crisi mondiale e classe dirigente

Filed under: PuntoD'Incontro — annuska62 @ 01:44

Siamo arrivati anche quest’anno alla riunione di fine d’anno per l’analisi delle previsioni di bilancio e  la relazione degli ultimi sviluppi aziendali. Queste  riunioni sono sempre state difficili, ma quest’anno visto l’andamento generale, sapevo che si sarebbe trattato di una giornata alquanto drammatica. Armato di  pazienza infinita, ho varcato la porta carico di tabulati ricoperti da numeri, percentuali  e valutazioni da analizzare e da trasformare in azioni veloci e  decisive per affrontare questa crisi, che ormai da tempo ci sta stritolando.

Nella stanza non c’era la solita aria pesante, presente ormai da mesi,  gli imprenditori e i dirigenti che avevo davanti finalmente avevano una voce ferma, decisa, propria di chi ormai, ha tutta la situazione sotto controllo. Mi sentii quasi rilassato, ora potevo esporre la situazione a delle persone che avevano in mano la soluzione a tutti i problemi aziendali.

Dopo i primi minuti di presentazione però avvertii qualcosa di strano. Era una sensazione che mi metteva a disagio, qualcosa di impercettibile che però non riuscivo ad afferrare. Tutto mi crollò quando, finita l’esposizione, mi arrivarono le soluzione. Allora tutto mi fu chiaro. Non ero in presenza di grandi ed illustri manager, ma in un “meeting di malati di Alzheimer”. Si passò da un tragica realtà, ad un mondo dove nulla aveva più significato, dove l’astrazione e la fantasia avevano liberato i numeri, le percentuali da ogni valore obiettivo, da ogni significato economico.

Devo ammettere che più di una volta ho guardato la porta, pensando ecco qualcuno ora entrerà e mi dirà :”Sorridi, sei su scherzi a parte”, ma nessuno arrivò a risvegliarmi. Senza alcun rimorso assecondai le loro posizioni, ero nel mondo della fantascienza e del fantastico, non volevo assolutamente distruggere quel loro “gioco”. Non mi sconvolsi, anzi sorrisi quando uno di loro mi guardò con aria sognante e mi disse:

“…. , ma Lei che ci fa qui . Vada!!!!”

Uscii, ero dispiaciuto di lasciare il mondo effimero, ma sicuro di quella stanza. Incontrai nei corridoi gli sguardi interrogativi dei miei colleghi, convinti di  farmi rivelare la soluzione finale e decisiva della riunione, ma riuscii solo a dire “E’ fatta !”  Loro pronti ad abboccare, non sapendo cosa dire buttarono li:”Da quando???” Io ormai contagiato da smemoratezza e demenza degne di Dory risposi : “Da quando cosa???????”

Ps. Purtroppo quando la classe dirigente parla abbiamo il nostro bel d’affare per capire il loro linguaggio, sara’ il caso di fare un  bel corso di…….balenese

Breve riepilogo manageriale

(70%….5.000.000 ….no ma l’inflazione, …si ma il costo del lavoro e i ricavi non coprono, si, ma se rivendiamo,….aspettate… direi 200.000 ma potrebbero essere 1.500… se non fosse…. ) Ecco,  è proprio così, se non fosse che tutta questa incapacità ci porterà a perdere il posto di lavoro, vi troverei quasi,quasi …….. divertenti

Annunci

1 commento »

  1. Non dire nemmeno una parola in più…. questi qui li riconosco,sono quelli che si sono laureati in scienze confuse e anche a pieni voti. Classe dirigente? Dovrebbero metterli ad amministrare il loro condominio, sai che divertimento 😉

    Commento di rossaura — 27 novembre 2009 @ 23:22 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: