Lettere Al Futuro

9 ottobre 2010

Io ci credo ancora, la nostra ribellione è ….. MANIFESTAZIONE!

by Biri

 

 Possiamo ancora credere ai cambiamenti?????

Io penso proprio di sì!

Proprio ieri si è svolto, in tutte le città d’Italia, uno sciopero studentesco dove, solo in Veneto, hanno manifestato oltre 40.000 studenti, che scendendo in piazza, hanno protestato contro i tagli alla scuola e alle terribili conseguenze createsi. La decisione sulla mia presenza o meno a questa manifestazione è stata presa assieme a delle amiche. Discutendone, è venuto fuori che a nessuno importerà nulla se noi facciamo sciopero, poichè nulla cambierà mai. A questa loro affermazione non ho potuto che obbiettare dicendo: “Perchè proprio noi, che siamo il futuro di questo mondo, come d’altra parte dicono sempre tutti, dovremmo sottostare a un governo e a delle leggi ingiuste che a poco a poco ci tolgono il diritto allo studio? Solo continuando a lottare per i nostri diritti potremo vincere le nostre battaglie!  ”

La nostra decisione allora è stata unisona: presenza, costanza e ribellione. 

Ci siamo presentate puntuali alla manifestazione e aggregandoci alla nostra scuola, abbiamo cominciato a manifestare.

Devo dire che lottare, per risolvere le nostre problematiche, non solo ti fa sentire forte, ma anche libera: la tua voce, aggiunta a tutte le altre, ti rimbomba dentro e la convinzione di essere nel giusto cresce. La soddisfazione nel vedere che oltre a te, tanti sono gli studenti che protestano, mi fa pensare che il cambiamento ci potra’ essere. Immagino, che grazie  a noi, a quelli che poco prima, molti definivano “scarti” della socetà,

il mondo possa diventare migliore.

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

Annunci

2 ottobre 2010

TUTTO QUELLO CHE IL TG HA PAURA DI RACCONTARE

Filed under: Comunicazioni di Servizio,DemocraziaAlFuturo,TV — annuska62 @ 16:59

Ieri mattina un corteo di migliaia di lavoratori della Fincantieri hanno manifestato a Roma per gridare il loro

                                                                                               “NO ALLA CHIUSURA DEGLI STABILIMENTI”

numerosi i blindati della polizia  che hanno “seguito e arginato” il corteo da Piazza della Repubblica a Piazza Venezia, vietando ogni accesso a Via del Corso, via del Plebiscito fino al Campidoglio. I manifestanti hanno chiesto un incontro con il GOVERNO.

                                                                               Il quale era…..  MOMENTANEAMENTE ASSENTE (GIUSTIFICATO)  

Infatti Governo e Opposizione erano alla ricerca del fanatico attentatore di Belpietro e del suo “mandante” (un certo Di Pietro)  che si aggirava per le vie di Roma, nascondendosi fra i facinorosi manifestanti, disturbatori della circolazione  e della quiete pubblica.     

Ringraziamo il  GOVERNO  perchè ha saputo affrontare con prontezza e stoicità un grave problema di sicurezza nazionale e, come sempre, ha saputo valiare le priorità del paese.

P.s.S.B:  In fin dei conti questa “decina” di operai perchè non si sposano una miliardaria e si tolgono finalmente  dagli  ….zebedei e lasciano libere le  strade per circolare???????

15 Mag 2009

I grandi poeti muoiono in pitali di me@@a fumante (C.Bukowsky)

Filed under: Comunicazioni di Servizio — annuska62 @ 20:50

A volte, per fortuna , non solo i poeti….

Dopo l’iniziativa “Brocca del Sindaco” (caraffa) sponsorizzata dalla società Veritas, che ha fatto aumentare del 4% i consumatori di acqua del rubinetto e  portato ad una diminuzione del 7% dei rifiuti di plastica, legati all’utilizzo di acque minerali, a Venezia  per il 30 maggio 2009 si è pensato ad una nuova iniziativa, diminuire  significativamente l’afflusso alle condotte degli SCARICHI REFLUI (acque NERE). Ogni cittadino sarà dotato di un Pitale, dove potrà  espletare i bisogni fisiologici per l’intera giornata.

Visto il periodo di caldo afoso, i cittadini saranno invitati a liberarsi del contenuto aprendo le finestre e lanciandolo sui partecipanti alla manifestazione  indetta da Forza Nuova, in modo da garantire  un caloroso benvenuto e   creare   al tempo stesso un unico scarico refluo per tutta la città, che servirà, dopo un’ adeguata  lavorazione, come interramento per  l’ultimazione dei  lavori del Mose.

images 1 images3 images

Ps. Il pitale (uno per abitante),  potrà essere ritirato nei gazebo allestiti presso i maggiori campi di Venezia, con l’occasione sarà garantito un  blister di Pursennid per garantire un veloce rilascio.

Sicuri di trovare, ancora una volta, tutti i  cittadini partecipi a questa iniziativa ecologica e di ospitalita’, non ci resta altro che augurare

BUONA MANIFESTAZIONE

6 Mag 2009

Fatelo, fatelo,fatelo e ……..regalerete un sorriso

Filed under: Comunicazioni di Servizio — annuska62 @ 22:29

alessandro1

Questo e’ un invito rivolto a tutti i viandanti del web che vogliono regalare un sorriso.

Molti di noi vivono il mese di maggio non solo come il mese di Maria, il mese dei fioretti,  il mese dei buoni propositi, il mese dei pentimenti e delle preghiere , ma anche come il mese dell’odiata dichiarazione dei redditi.

Per quelli come me che son venuti su un po’ strani, e che difficilmente partecipano a celebrazioni o riti  religiosi,vivono questo periodo come  unico momento  di espiazione di qualche peccato passato,  proprio perchè in questo mese  vengono subissati , da parte di una miriade di amici e parenti , dalla fatidica domanda:  “Puoi farmi  il 730? ” Domanda che ovviamente non ammette risposte negative, e che viene vissuta  dal presunto “colpevole” come unico mezzo di espiazione di una vita sperperata tra numeri, % e aliquote del mondo finanziario.

Non posso rassicurare nessuno dicendo quanti peccati ho scontato, ma posso affermare che non ho  mai ricavato un centesimo da questi servizi, se non un aitante marito ” presentatomi ” da mio suocero come ricompensa di tante tasse dichiarate.

Forse per paura di avere ulteriori ricompense in “natura”, forse perche’ non ho molti peccati da scontare, da quest’anno alla fatidica domanda, ho risposto con un’altra: “Accetto, solo se destinerai il 5×1000 all’Associazione Italiana  per la lotta al Neuroblastoma“.

5x1000

Lo so penserete che e’ un ricatto , ma  chi riconosce il valore di non evadere le tasse, sa anche accettare un piccolo ricatto per regalare un sorriso.

P.s.Anche per quelli che dichiarano le tasse e non sanno riconoscerne il valore, provate a dare un valore al 5 x1000 e tutto sara’ più facile da….digerire

5 marzo 2009

ECCO CI MANCAVANO SOLO…….

Filed under: Comunicazioni di Servizio — annuska62 @ 00:07

avvoltoio-111 

La giornata era iniziata da schifo. Alzataccia all’alba, organizzazione sbrigativa della  giornata e di quella di mia figlia, riordino frettoloso della casa con veloce “pensiero” alla cena, e poi via al lavoro attraverso una lugubre giornata invernale. All’arrivo in ufficio, sembrava un giorno come un altro, ma no ,ecco apparirmi fresco,fresco appena sfornato un meraviglioso fax che mi ha letteralmente triturata.

 Ecco il testo..

“Sono un Cacciatore di Teste e offro qualcosa di molto particolare che sono sicuro potrà interessarLa:

l’ “OUT HEAD HUNTING” una nuova invenzione per aiutarla nella riorganizzazione della sua azienda in maniera più efficace e la ricollocazione altrove delle persone che non ritiene più utili ai fini aziendali”.

Vorrei parlarLe  personalmente, mi chiami al n……..

Oh, meraviglia delle meraviglie, basta tagliare costi inutili, sprechi e privilegi, qualcuno finalmente propone un nuovo mezzo per liberarsi dalla zavorra.

 Questo e’ il momento migliore, le aziende sono colpite da una crisi spaventosa, tagliare il costo del personale e riorganizzare   la società e’ il sogno di ogni imprenditore. Ecco l’idea geniale utilizzare i cacciatori di teste, non per trovare elementi validi, ma per eliminare gli individui che non sono più utili.

Praticamente pagare lautamente una società  di avvoltoi che ti liberi definitivamente delle carcasse.

Questa storia l’ho già vissuta. Anni fa lavoravo in una  grande società che  ha cercato la sua salvezza,eliminando gran parte della forza lavoro, senza evitare sprechi inutili , pagando centinaia di milioni di lire ad esperti consulenti per la qualità ISO, i quali hanno redatto una dettagliata lista di persone(molto diversa dalla Schinderlist),  che secondo  il loro modesto parere lavoravano contro i corsi qualità e contro il benessere dell’azienda .Poi assumendo un “tagliatore di teste”, un piccolo omino, spocchioso e ignorante (definito da me Nano Curie) che con freddo cinismo iniziò  l’epoca dell’epurazione. In breve tempo scatenò una guerra interna , le persone che prima si consideravano un’ unica famiglia si ritrovarono divisi e disposti a tutto, per mantenere il posto di lavoro.

Alla fine” divide et impera”  consentì al tagliatore l’ eliminazione di gran parte del personale  così finalmente la società divenne ……..l’ombra di se stessa.

Per questo mi scuserete se  per riprendermi , ho preso il telefono e con flemma britannica dopo essermi identificata, sono esplosa in un sano e liberatorio “Ma vaffanc….. a nome mio e della società intera.”

1 settembre 2008

NON SPARATE SU VIK. (E’ COME SPARARE SULLA….. PACE)

Filed under: Comunicazioni di Servizio — annuska62 @ 15:51
DA LEGGERE E DA DIFFONDERE

ISRAELI NAVAL VESSELS FIRING ON UNARMED FISHING BOATS AND HUMAN RIGHTS WORKERS

   
FOR IMMEDIATE RELEASE  Date : 09-01-2008

(OFF THE COAST OF GAZA) 1 September 2008 – Israeli Naval vessels are currently firing on unamrmed Palestinian fishing boats and international human rights workers off the coast of the Gaza Strip. The fishing boats are several miles off the coast of Gaza City, in Palestinian territorial waters. As of 11am (4am EST) no one had been injured, but live ammunition is still being fired in the direction of the civilian boats.
The unarmed boats went to sea at dawn this morning, in an attempt to fish in their own water. Six international human rights workers from five different countries accompanied the fishermen in the hopes that their presence would deter the Israeli military from firing on the fishermen. In the past the Israeli military has shot and killed unarmed Palestinian fishermen for trying to fish in their own waters.
Accompanying the fishermen are:
Vittorio Arrigoni, Italy
Georgios Karatzas, Greece
Adam Qvist, Denmark
Andrew Muncie, Scotland
Donna Wallach, USA
Darlene Wallach, USA

PLEASE INFORM THE MEDIA IMMEDIATELY, CALL YOUR EMBASSIES IN TEL AVIV, AND CALL THE ISRAELI GOVERNMENT. TELL THEM TO STOP FIRING UPON UNARMED FISHERMEN AND UNARMED HUMAN RIGHTS MONITORS.
CALL:
The Israeli Ministry of Foreign Affairs
Tel. +972 2 530 3111
The British Embassy in Tel Aviv
+972 3 725 1222      
The US Embassy in Tel Aviv
+972 2 625 5755
###  

26 Mag 2008

Ecco un’iniziativa da non dimenticare….

Filed under: Comunicazioni di Servizio — annuska62 @ 11:07

go.php?us=79211ae923d955ce

Sta per uscire il libro La Favola Rotonda, il ricavato sara’ devoluto all’Associazione italiana  per la lotta al Neuroblastoma.

Iniziativa che credo ci trovera’ tutti in prima fila per diffonderla

http://oknotizie.alice.it/go.php?us=79211ae923d955ce

17 aprile 2008

Un saluto volante

Filed under: AngoloRelax,Comunicazioni di Servizio — unblogindue @ 08:06

Cari co-autori di questo blog che cresce giorno dopo giorno,

scrivo al volo per scusarmi della mia poca assiduità nel curare questo spazio, ma gli impegni sono tanti e il tempo poco.

Sono passata per mandarvi un abbraccio e per distribuirvi un pò di pasticcini virtuali, perchè oggi compio 25 anni!

Se vi va, mi trovate sul mio blog!
Un abbraccio grande a tutti,

Sara

17 gennaio 2008

Lettere al futuro si amplia e apre tre nuovi settori di scrittura e dialogo

Filed under: Comunicazioni di Servizio — rossaurashani @ 19:37

Cari amici, anche questa è una lettera, non rivolta al nostro futuro, che come avevamo pensato è e poteva essere i nostri figli, ma dedicato al nostro presente….

Unblogindue, e mi sa che Sara da sola fa per tre, sta pensando a delle sezioni così suddivise:

  • Sala letture (sezione per racconti brevi)
  • Angolo relax (con ricette, aneddoti, sfoghi vari, per stimolare discussioni)
  • la terza sezione che si potrebbe chiamare “convivio” o ditecelo voi, che diventerà un luogo di confronto tra genitori e non,  su problemi legati ai nostri figli, sia che debbano venire, sia che esistano già e siano in fase neonatale, infantile, puberale oppure adulta.

Se avete delle idee, siamo qua, intanto se qualcuna o qualcuno di voi vuole proporre qualche racconto breve, può già postarlo, Sara si occuperà di inserirlo nella sezione corretta.

Questa leggera variazione sul tema, ci darà l’opportunità di operare dentro al blog, con maggior libertà, inoltre potremmo colloquiare tra di noi, cosa che non si fa quasi mai e che ci consentirà di raccontare, raccontarci, confrontare e confrontarsi, incontrare nuovi amici, stimolare argomenti inediti, scambiarci idee ed esperienze, insomma ci darà altre opportunità, almeno fino a che i nostri figli non si intrufoleranno e non ci invieranno anche loro dei messaggi educativi e propositivi.

Questa è un’idea, Sara spiegherà con maggiore capacità e voi che siete qui mandateci delle proposte….

Rossaura

3 gennaio 2008

L’avventura comincia

Filed under: Comunicazioni di Servizio,Lettere — unblogindue @ 19:57

Questo blog è appena nato ma ha già una grande storia alle spalle.

E’ nato da una fenomenale fabbrica, un laboratorio di “fertilizzazione incrociata delle idee” (citazione da Mister X di Comicomix).

Molti di noi utenti di OkNotizie hanno pensato che ci fosse necessità di uno spazio che permettesse di creare una “scatola del tempo”: un luogo virtuale nel quale custodire le nostre lettere al futuro, ai figli, quelli già nati e quelli che verranno.

Speriamo che diventi un punto di ritrovo per chi vuole scrivere a cuore aperto qualcosa che magari non riesce a dire ai propri figli, qualcosa che vorrebbe che leggessero in futuro, qualsiasi cosa.

Siamo qui e vi aspettiamo.

Gli autori.

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.